Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Parliamo qui dei rootkit hypervisor-level, ma anche di quale piattaforma mobile preferire o delle ripercussioni di Facebook sulla nostra privacy.
Regole del forum
Rispondi
[Claudio]

Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da [Claudio] » mar gen 13, 2015 6:58 pm

Sotto le feste di Natale ho ricevuto la mail per l'attivazione della casella di posta; oggi (sono rientrato da poco dalle vacanze di fine anno) ci ho messo mano.
La domanda principale ( per ora ) è l'oggetto della discussione (altre domande dopo; sarebbe inutile continuare la discussione, in assenza di altri utenti che si stanno cimentando con questa webmail).

P.S.: ottima la nuova piattaforma del forum ..... complimenti a Zane :approvo

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da System » mar gen 13, 2015 6:58 pm


Avatar utente
Zane
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 4243
Iscritto il: mer mag 01, 2013 11:20 am
Contatta:

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da Zane » mer gen 14, 2015 11:00 am

Ho letto un po' le info sul loro sito. Sembra interessante come progetto e come tecnologia, ma rimane una questione di fondo: bisogna pur sempre FIDARSI che effettivamente sia vero che loro non conservano le chiavi di decodifica ;)

A me questa è una tematica che interessa meno di zero, ma credo che, per chi è veramente interessato, l'unica soluzione realmente robusta sia mettersi il mailserver IN CASA e spedire mail crittografate.. sempre che anche il ricevente abbia il mailserver in casa, altrimenti basta guardare nella sua inbox :D
Zane - TurboLab.it

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3932
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da Al3x » mer gen 14, 2015 11:37 am

l'ho provato e, anche se comprendo e condivido le motivazini che hanno spinto gli ideatori del servizio, rimane macchinoso da usare in mobilità. Personalmente ho spostato il 50% della mia attività "postale" lavorativa su smartphone ed accedere da browser ad un servizio che richiede due passaggi di autenticazione è oggettivamente scomodo.
Peccato che non sia previsto il rilascio di app per la gestione ma, come spiegano loro stessi, costituirebbe un rischio che andrebbe a vanificare i loro sforzi di tenere al sicuro la corripondenza degli utenti.
Poi se si vuol pensare male anche il discorso di Zane sulla fiducia ha un senso, insomma un ottimo servizio ma che forse non conoscerà il boom che ci si aspetta.
I :amore Sasha

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3932
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da Al3x » mer gen 14, 2015 2:09 pm

mi sono registrato ora ad un servizio similare, si chiama Tutanota ed esiste anche l'app
https://tutanota.com/#!home

Il progetto è open source ed i sorgenti delle versioni server e client vengono pubblicati su github
https://github.com/tutao/tutanota
I :amore Sasha

Avatar utente
hashcat
Livello: Storage Area Network (12/15)
Livello: Storage Area Network (12/15)
Messaggi: 1946
Iscritto il: gio mag 02, 2013 4:13 pm

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da hashcat » mer gen 14, 2015 2:55 pm

Al3x ha scritto:mi sono registrato ora ad un servizio similare, si chiama Tutanota ed esiste anche l'app
https://tutanota.com/#!home

Il progetto è open source ed i sorgenti delle versioni server e client vengono pubblicati su github
https://github.com/tutao/tutanota
Ho anch'io un account su Tutanota. Premetto che non ho provato l'applicazione per smartphone tuttavia trovo l'interfaccia utente da browser e le funzionalità offerte troppo limitanti. Inoltre non è possibile, per via dell'implementazione stessa del servizio, accedere alla casella di posta tramite IMAP / POP e SMTP.

:fiu

P.S.: Non so se adesso la situazione è cambiata ma l'ultima volta che ho controllato, non vi era la possibilità di registrare un indirizzo di posta con TLD .com o similari (solo .de): per alcuni ciò potrebbe già essere una grande limitazione.

P.S.2: Il servizio non offre la funzionalità di crittografia PGP "in browser" ed utilizza un protocollo proprietario non-standard per mettere in contatto i propri utenti. Da quanto ho letto ciò potrebbe cambiare in futuro:
Tutanota ha scritto:It is important to us that the subject line in emails is also encrypted. That's why we have developed a solution that is also based on recognized algorithms (RSA and AES) and that automatically encrypts the subject, the content and the attachments.

We also see the importance that Tutanota needs to be interoperable with other encryption solutions. We will develop an API so that Tutanota users can communicate with pgp users confidentially in the future.
P.S.3: Il plugin per Outlook (a pagamento) fornisce, a mio parere, un'interessante soluzione che consente a liberi professionisti ed aziende di comunicare in maniera sicura e semplice integrandosi in un sistema preesistente.
“The quieter you become, the more you can hear”

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3932
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da Al3x » mer gen 14, 2015 4:30 pm

hashcat ha scritto:Inoltre non è possibile, per via dell'implementazione stessa del servizio, accedere alla casella di posta tramite IMAP / POP e SMTP.
esattamente come avviene per Proton, ho citato Tutanota proprio perché ci sono analogie. ;)
Se andiamo a cercare ce ne sono altri che offrono o affermano di fornire alti livelli di sicurezza ma non era il mio intento
http://www.donationcoder.com/forum/inde ... #msg355611
I :amore Sasha

Avatar utente
hashcat
Livello: Storage Area Network (12/15)
Livello: Storage Area Network (12/15)
Messaggi: 1946
Iscritto il: gio mag 02, 2013 4:13 pm

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da hashcat » mer gen 14, 2015 4:50 pm

Al3x ha scritto:esattamente come avviene per Proton, ho citato Tutanota proprio perché ci sono analogie. ;)
Buono a sapersi: non ho mai provato ProtonMail.
Al3x ha scritto:Se andiamo a cercare ce ne sono altri che offrono o affermano di fornire alti livelli di sicurezza ma non era il mio intento
http://www.donationcoder.com/forum/inde ... #msg355611
Oltre a Tutanota mi è capitato di provare openmailbox, bitmessage.ch e A/I (molto tempo fa anche vmail.me).

:ciao

P.S.: L'infrastruttura Dark Mail utilizza un protocollo autonomo; idem dicasi per Bitmessage (P2P).

Devo dire che non credo che servizi del genere rappresentino un enorme beneficio per quanto riguarda la confidenzialità delle comunicazioni intraprese con utenti di altri provider (come suggerito già da Zane). Non metto in dubbio che, lato profilazione / privacy dell'utilizzatore, siano preferibili ai classici provider.
“The quieter you become, the more you can hear”

[Claudio]

Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da [Claudio] » mer gen 14, 2015 6:48 pm

Tutto molto interessante .... comunque, leggendo le faq sul sito ho risolto il problema che avevo riscontrato (notifiche delle mail ricevute; l'avviso viene inoltrato ad un secondo indirizzo di posta, preventivamente indicato nelle Impostazioni di Proton).
Inoltre, Alex ha chiarito un secondo punto che volevo esaminare: nessuna possibilità (almeno per ora) di configurare l'account sullo smartphone e tablet.

Per i dubbi sollevati da Zane ..... beh .... se ci si affida (e si ci fida) a Gmail e Outlook.com :fiu ..... ritengo ...... ci si possa anche fidare di ProtonMail :cool:

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Re: Qualcuno utilizza ProtonMail.ch?.

Messaggio da System » mer gen 14, 2015 6:48 pm


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio