Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Se Windows genera un errore, hai un problema di virus o vuoi discutere/segnalare l'uscita della nuova versione di un software per la piattaforma Microsoft, questa è la sezione giusta.
Regole del forum
Rispondi
Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » lun giu 17, 2019 9:15 pm

Salve a tutti! :)
La questione è quella anticipata nel titolo, ossia: unire partizioni non vicine, fondere insieme partizioni non contigue, possibilmente con un programma gratuito.

Ammetto subito che sono riuscito nell'intento sfruttando la funzione merge di AOMEI Partition Assistant Standard Edition (versione 8.2): prima ho ridimensionato la partizione cedente spazio, poi sono andato con il merge mettendo un segno di spunta in corrispondenza delle partizioni da congiungere.
Non avevo installato questo programma e sono stato un po' restio a farlo (poiché in precedenza non mi aveva convinto AOMEI Backupper Standard della stessa casa); tuttavia ho dovuto ricredermi e mi è sembrato l'unico che offrisse, con estrema facilità almeno, la funzione da me cercata.

Ho inutilmente tentato (magari in modo troppo frettoloso) con:
  • EaseUS Partition Master (versione 13.5);
  • Macrorit Disk Partition Expert Free Edition (versione 5.3.9);
  • GParted live cd (versione 0.33.0-2; ho visto adesso che è uscita la versione 1.0.0-2 ...);
  • Parted Magic live cd 2013.
eppure non ho individuato qualcosa di così immediato come con AOMEI Partition Assistant Standard Edition.

Lo so, il problema è per me superato, ma la mia curiosità mi spinge a chiedere: qualcuno ha mai dovuto unire (due) partizioni distanti? Se sì, come ha fatto?
Grazie in anticipo. ;)

P.S.
Ho sudato freddo, ho dovuto dare diverse passate di chkdsk e assicurarmi che l'attributo TRIM del mio disco SSD fosse attivo ... però alla fine sembra essere andato per il meglio.
(capito: domani formatterò, già lo vedo?! :box )
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da System » lun giu 17, 2019 9:15 pm


Avatar utente
crazy.cat
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7602
Iscritto il: mer mag 01, 2013 4:02 pm
Località: Noventa Padovana

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da crazy.cat » mar giu 18, 2019 5:35 am

Matilda12 ha scritto:
lun giu 17, 2019 9:15 pm
(poiché in precedenza non mi aveva convinto AOMEI Backupper Standard della stessa casa);
Io ho abbandonato da tempo acronis per aomei backupper che ha sempre funzionato bene, al contrario di acronis.
Matilda12 ha scritto:
lun giu 17, 2019 9:15 pm
qualcuno ha mai dovuto unire (due) partizioni distanti? Se sì, come ha fatto?
Si, mi è capitato di farlo....ma non ricordo cosa ho usato, forse EaseUS Partition Master o lo stesso aomei.
Non è una cosa che fai tutti i giorni.
Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi.

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » mar giu 18, 2019 7:47 am

Grazie innanzitutto per la risposta! :)
crazy.cat ha scritto: Io ho abbandonato da tempo acronis per aomei backupper che ha sempre funzionato bene, al contrario di acronis.
AOMEI Backupper Standard è in effetti il favorito del CED dell'organizzazione dove lavoro, quindi un motivo (anzi, più motivi!), seri e fondati ci sono. :yes
Tuttavia, per le mie esigenze, tre sono stati gli elementi che mi hanno portato a non installare AOMEI e restare su altri programmi (Macrium Reflect Free, per esempio):
  • la verifica delle immagini è disponibile solo nella versione PRO;
  • l'esplorazione delle immagini è disponibile solo nella versione PRO;
  • rispetto ad altri programmi simili, a parità di impostazioni di compressione (per quanto possibile), crea file immagine più grandi.
Uno degli ultimi Acronis che ho usato era in un vecchissimo portatile con Vista. Ne apprezzavo la rapidità, ma adesso non saprei che evoluzione abbia avuto. Mi attengo certamente al tuo giudizio.
crazy.cat ha scritto: Si, mi è capitato di farlo....ma non ricordo cosa ho usato, forse EaseUS Partition Master o lo stesso aomei.
Non è una cosa che fai tutti i giorni.
Verissimo, per questo ho tremato! :muro
Purtroppo, in un unico disco con due partizioni, una per il sistema operativo e l'altra per i dati, avevo troppo spazio nella prima e troppo poco spazio nella seconda. Questione di errata impostazione iniziale, ammetto.
Nel frattempo, con i vari upgrade delle build di Windows, era sputato tra le due mie partizioni un'ulteriore blocco che mi impediva di cedere direttamente da C a D qualche decina di GB, sufficiente per le ultime esigenze. Da qui la necessità di unire partizioni distanti, cioè separate da qualcos'altro (detta brutalmente).

Comunque, GRAZIE ancora della risposta. :brindisi

P.S.
Durante una delle mie peregrinazioni informatiche, mi ritrovo a lanciare la creazione di un'immagine del disco con Macrium Reflect Free Edition: questa fallisce miseramente e sin da subito (errore: VSS Result Code 0x8004230f with Event ID 12293).
Addebito a un qualche malfunzionamento di Macrium il problema; dunque installo AOMEI Backupper Standard che realizza il backup (sfruttando VSS).
Però poi ci ritorno e approfondisco e trovo, con il mio stentato inglese, che Macrium può essere andato in errore per problemi di Windows circa il ripristino della configurazione sistema e la creazione dei punti di ripristino che, infatti, Windows non mi permetteva di creare.
Per cui, vado indietro con un'immagine realizzata mediante Macrium, aggiorno quello che devo e controllo la funzionalità di creazione dei punti di ripristino di Windows: tutto ok!
Morale: Macrium mi ha indirettamente permesso di individuare un problema di Windows che diversamente avrei conosciuto chissà quando.
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
Sabato Maiello
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 464
Iscritto il: sab apr 08, 2017 12:01 pm

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Sabato Maiello » ven giu 21, 2019 1:12 pm

Buongiorno.
Domanda interessante,visto che anche io mi sono accorto che dopo gli upgrade,Windows crea una partizione in un posto dove non si può ne allocare a C ne alla dati.

In ogni caso il problema non c'è questa volta perchè ho fatto un installazione pulita,ma ricordo che tempo fa,quando mi accorsi della faccenda usai MiniTool Partition Wizard Free,che tra l'altro controlla anche l'allineamento del SSD.

Comunque è vero Aomei free non consente (una volta si poteva) la verifica integrità dell'immagine,ma solo se la vuoi controllare dopo; se in fase di backup spunti l'opzione,te la controlla e come ;)
Quanto alla grandezza dei file immagini grandi,cosa risparmi con gli altri? Qualche GB :->

Io invece ho avuto a più riprese inconvenienti con Aomei,inconvenienti inerenti al ripristino,cioè ripristino un immagine e tutto va ok,
ripristino la stessa immagine,tento di ripristinare la stessa immagine ,mi esce fuori che devo selezionare a mano la partizione da ripristinare,overo la C,quella di ripristino o la terza.
Va da se che non va bene nessuna delle 3 opzioni,come non "pesca" bene il file di restore e vuole sapere cosa ripristinare.
Ripristino tutto l'HD (unica opzione che non ha mai fallito) poi tento di ripristinare la System (che è composta da 3 partizioni) e non la vede di nuovo,costringendomi a partire dal backup dell'intero disco,ed a reinstallare tutti i programmi = una faticata.
Altra anomalia è che su vari PC,mio compreso a volte nel fare il restore,vedeva ed indicava che sarebbe (nello step finale) stato fatto il restore ,riepilogando tutto tramite interfaccia grafica,dove però diceva che avrebbe ripsistinato C nella posizione ,che guarda un po' risulta E,la dati.
Poi dopo il restore invece tutto era stato eseguito correttamente.
Altra anomalia,il disco di avvio (in tutte le modalità che offre il programma,anche scaricando il kit supplementare da Internet in fase di creazione) non funziona. Tuttavia se ripristino da interfaccia grafica,a PC avviato e funzionante,avviando insomma Aomei, il restore parte appena dopo il riavvio.
Preferirei farlo da disco di boot ma non funziona,ma solo dopo l'ultima versione di Windows,prima funzionava.
Comunque sia ultimamente ripristino mai (salvo casi di errori irreversibili,ho creato le due immagini solo a scopo preventivo) altrimenti cerco di risolvere,poichè ho crittografato le partizioni,C compresa e a fare il backup ,Aomei,come altri,credo non è cosa,copierebbe settore per settore e non so se poi un restore funzionerebbe.
Da provare ma lascio a qualcuno il compito,se vuole,di provare.

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » ven giu 21, 2019 8:31 pm

Sabato Maiello ha scritto: In ogni caso il problema non c'è questa volta perchè ho fatto un installazione pulita,ma ricordo che tempo fa,quando mi accorsi della faccenda usai MiniTool Partition Wizard Free,che tra l'altro controlla anche l'allineamento del SSD.
Resto sul tema unire partizioni non adiacenti, per condividere alcune ulteriori considerazioni, in particolare, con riguardo al software MiniTool Partition Wizard Free, programma che non mi attira per un semplice motivo: quando hai bisogno di un'opzione non è segnalato a priori che questa è disponibile solo nella versione a pagamento; invece AOMEI usa la cortesia (almeno in AOMEI Backupper Standard versione 4.6.3 ne sono certo) di aggiungere una piccola etichetta-label "PRO", a segnalare che quel pulsante non è attivo nella edizione freeware.

Mi spiego meglio.
Installo e lancio MiniTool Partition Wizard Free e, subito, vado a cliccare sul pulsante "Bootable Media" (apparentemente "libero"), ecco quello che ottengo:
Immagine

Comunque, per una comparazione completa dei prodotti MiniTool Partition Wizard: QUI.

Infine, riprendendo pari pari quanto dichiarato dallo sviluppatore di MiniTool Partition Wizard nell'articolo "How to Merge Partition | MiniTool Partition Wizard Tutorial":
"Merge Partition function helps users merge two adjacent partitions. It is noteworthy that this function only works for NTFS partitions. If the target partition is formatted with FAT12/FAT16/FAT32 file system, please use Convert FAT to NTFS function of the software to convert the partition to NTFS at first."

Dunque, parrebbe unire solo partizioni vicine l'una all'altra. Magari non è aggiornata la pagina rispetto alla corrente versione (11.4, se non sbaglio).

Buona serata!
:brindisi
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
Sabato Maiello
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 464
Iscritto il: sab apr 08, 2017 12:01 pm

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Sabato Maiello » ven giu 21, 2019 10:59 pm

.. La trovo una buona analisi

Detto questo io ricordo che con minitool partition wizard free avevo prima eliminato la partizione 'di troppo' successivamente la avevo unita a C.

Ad ogni modo,per restare anche io in tema mi sta venendo in mente che si potrebbe usare una live Unix oppure GParted per riallocare lo spazio di 'tale partizione' a C oppure dove si vuole. (sempre che il Sistema si avvia;Windows non gradisce operazioni del genre..)

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » sab giu 22, 2019 8:26 am

Sabato Maiello ha scritto: .. La trovo una buona analisi
Ti ringrazio molto per la considerazione. Abbiamo condiviso qualche esperienza sulle partizioni e d'intorni: grazie a te! ;)
Sabato Maiello ha scritto: Detto questo io ricordo che con minitool partition wizard free avevo prima eliminato la partizione 'di troppo' successivamente la avevo unita a C.
Probabilmente la "partizione di troppo" era prossima a C.
Sabato Maiello ha scritto: Ad ogni modo,per restare anche io in tema mi sta venendo in mente che si potrebbe usare una live Unix oppure GParted per riallocare lo spazio di 'tale partizione' a C oppure dove si vuole. (sempre che il Sistema si avvia;Windows non gradisce operazioni del genre..)
Molto rapidamente, avevo tentato con GParted (versione v 0.33.0-2; mentre l'ultima corrente è la 1.0.0-2), eppure non mi è sembrato di poter unire partizioni "distanti" tra loro.

Inciso: ieri, giocherellando con MiniTool Partition Wizard Free, ho mandato in pappa l'elaboratore per fare i test, nonostante avessi prima virtualizzato l'ambiente con Toolwiz Time Freeze 2017 versione 4.3.1.5000 (non so quanto ancora pienamente compatibile con Win10 ...). :bam:frustata

Adesso vado di ripristino (con Macrium Reflect Free Edition) ... speriamo bene! :acch
... tanto qui piove pure!
Buona giornata e buon fine settimana! :brindisi
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
crazy.cat
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7602
Iscritto il: mer mag 01, 2013 4:02 pm
Località: Noventa Padovana

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da crazy.cat » sab giu 22, 2019 12:23 pm

Matilda12 ha scritto:
sab giu 22, 2019 8:26 am
Tolwiz Time Freeze 2017 versione 4.3.1.5000 (non so quanto ancora pienamente compatibile con Win10 ...)
Lo uso anche io ed è compatibile.

Hai freezato il sistema e poi fatto una modifica decisamente pesante, in un ambiente virtualizzato.
Hai preteso troppo.
Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi.

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » sab giu 22, 2019 4:58 pm

crazy.cat ha scritto:
sab giu 22, 2019 12:23 pm
Matilda12 ha scritto:
sab giu 22, 2019 8:26 am
Toolwiz Time Freeze 2017 versione 4.3.1.5000 (non so quanto ancora pienamente compatibile con Win10 ...)
Lo uso anche io ed è compatibile.

Hai freezato il sistema e poi fatto una modifica decisamente pesante, in un ambiente virtualizzato.
Hai preteso troppo.
Sicuramente è così.
Tuttavia mi ero limitato a mettere in fila le varie modifiche e, alla fine, a scartarle tutte (con il pulsante "Discard"), senza applicarle, insomma.
:cofftopic
Toolwiz Time Freeze
Al riavvio ho trovato alcune sgradite sorprese (come spiego infra), tra cui - la minore - l'ordine delle icone nella system tray (le icone vicino all'orologio, per spiegarmi, ecco) completamente rivoluzionato (icone che poi ho anche perso tempo a riordinare secondo il mio gusto, passando per "Impostazioni barra delle applicazioni" ... ma questa è un'altra faccenda - p.s.: ci si potrebbe fare un articolo?).
Il comportamento che ho rilevato come strano, dopo l'uso di Toolwiz Time Freeze, è il seguente:
  • tre elaboratori con Windows 10 Pro x64, medesima versione;
  • due elaboratori con installato il client Thunderbird;
  • un elaboratore con installata la suite SeaMonkey;
  • le stesse caselle di posta elettronica configurate egualmente in tutte e tre le macchine, con protocolli IMAP e SMTP (quindi con una base di dati per l'immagazzinamento e la gestione delle e-mail pressoché simile);
dopo la virtualizzazione con Toolwiz Time Freeze e il successivo riavvio, aprendo la posta elettronica in locale, accade quasi sempre che il client di posta debba re-indicizzare i messaggi contenuti in ciascuna cartella.
Ecco perché di fatto uso Toolwiz Time Freeze solo in un elaboratore, quello meno importante! Cioè quello che ho ripristinato stamattina ... :frusta
GRAZIE per l'attenzione!
:cofftopic
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » sab giu 22, 2019 5:12 pm

Al volo, giuro!, sull'off topic di Toolwiz Time Freeze.
Ovviamente durante la virtualizzazione non apro né uso in alcun modo il programma di posta elettronica. Il peso totale delle mie cartelle di posta sfiora i 20 GB.

Grazie ancora!
:brindisi
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
Sabato Maiello
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 464
Iscritto il: sab apr 08, 2017 12:01 pm

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Sabato Maiello » sab giu 22, 2019 7:42 pm

Buonasera.

Come diceva giustamente crazy.cat hai preteso troppo.
Virtualizzare il SO serve come credo già saprai molto bene a fare test,ma qui ti sei spinto veramente oltre ,credo.

Tuttavia si vede che ti piace sperimentare e capire le cose non per sentito dire,questo è un pregio.

Pensa che io dal portatile mio che sto scrivendo adesso, il giorno stesso che lo comprai,la sera mentre sperimentavo proprio sulle partizioni,il tutto,dopo il riavvio (usai Easeus ed ero su Windows 8,nativo su quel ,questo Notebook) il tutto mi diventò spazio non allocato.

Questo è solo un frangente,tutto quello che so,almeno il 98% lo so proprio grazie al disk image,insomma ho sempre fatto da me le mie prove,i miei test.
Il restante l'ho imparato sui forum.

Tutto questo per dire cosa?
Che mi piace la gente che si "spinge oltre" ha voglia di imparare,ma prima ancora capire ;)

Buona serata e scusate l'OT.

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » dom giu 23, 2019 7:14 am

GRAZIE ancora. :)

Nel mio caso, tutto o molto dipende anche da una poderosa dose di scalogna informatica che mi assiste senza soluzione di continuità! :D

Per tornare sull'argomento e chiudere, aggiungo che ad oggi l'elaboratore sembra non presentare problemi. Ribadisco comunque che ho dovuto dare diverse passate con il comando chkdsk, in particolare:
  • chkdsk c: /R (almeno un paio di volte, con relativo riavvio, prima di non registrare più nell'Event Viewer errori o problemi)
  • chkdsk c: /sdcleanup (con riavvio)
  • chkdsk d: /R
assicurandomi pure e innanzitutto che l'attributo TRIM fosse attivo sul disco SSD, come ben spiegato nell'articolo "SSD: come attivare TRIM o controllare che TRIM sia attivo con Windows 10".

Buona domenica!
:ciao
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

Avatar utente
Sabato Maiello
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 464
Iscritto il: sab apr 08, 2017 12:01 pm

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Sabato Maiello » dom giu 23, 2019 10:49 am

:cool:

. . Comunque poi vorrei sapere se si è arrivati ad una soluzione,voglio dire riguardo all'unire le partizioni (o singola partizione) non adiacenti.

Potrebbe servirmi in futuro :mrgreen:

Buona Domenica a tutti :grazie

Avatar utente
Matilda12
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 141
Iscritto il: ven ott 18, 2013 2:18 pm
Località: Marche

Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da Matilda12 » dom giu 23, 2019 12:20 pm

La risposta è sì: è possibile unire due partizioni non adiacenti, non vincine, non contigue, servendosi della versione gratuita di un programma dedicato.
Il procedimento può essere sintetizzato come segue:
... sono riuscito nell'intento sfruttando la funzione merge di AOMEI Partition Assistant Standard Edition (versione 8.2): prima ho ridimensionato la partizione cedente spazio, poi sono andato con il merge mettendo un segno di spunta in corrispondenza delle partizioni da congiungere.
... dopo il merge ...
... dare diverse passate con il comando chkdsk, in particolare:
  • chkdsk c: /R (almeno un paio di volte, con relativo riavvio, prima di non registrare più nell'Event Viewer errori o problemi)
  • chkdsk c: /sdcleanup (con riavvio)
  • chkdsk d: /R
assicurandomi pure e innanzitutto che l'attributo TRIM fosse attivo sul disco SSD, come ben spiegato nell'articolo "SSD: come attivare TRIM o controllare che TRIM sia attivo con Windows 10".
Alla prossima e buona domenica!
:brindisi
:ciao
"Facesti come quei che va di notte, che porta il lume dietro e sé non giova, ma dopo sé fa le persone dotte"
Dante (Purgatorio, Canto XXII)

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Re: Unire partizioni del disco non adiacenti: come? Quale il miglior programma gratuito?

Messaggio da System » dom giu 23, 2019 12:20 pm


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio