Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

I "Commenti" ad ogni articolo pubblicato sul nostro sito sono raccolti qui.
Regole del forum
Puoi rispondere alle discussioni già presenti, ma non aprirne di nuove.
Avatar utente
Zane
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 3786
Iscritto il: mer mag 01, 2013 11:20 am
Contatta:

Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da Zane » dom ago 12, 2018 11:10 pm

Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?

Immagine

Windows 7 è stato un grande sistema operativo. Ma oggi è un prodotto obsoleto: il periodo di "supporto esteso" di Windows 7 è infatti ormai concluso. Di conseguenza, Microsoft interromperà presto la distribuzione di tutti gli aggiornamenti (patch di sicurezza incluse). Vediamo allora nel dettaglio quando finirà il supporto di Windows 7, quali ripercussioni concrete ci saranno su noi utenti e rispondiamo (senza luoghi comuni) alla domanda "Devo davvero abbandonare Windows 7?" [continua..]

Inserite di seguito i vostri commenti.

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da System » dom ago 12, 2018 11:10 pm


Avatar utente
G_A_B
Livello: BD-ROM (6/15)
Livello: BD-ROM (6/15)
Messaggi: 221
Iscritto il: mer lug 20, 2016 8:26 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da G_A_B » lun set 03, 2018 9:05 am

Windows 7 rimarrà nel mio pc per ancora molto, ma molto tempo. Da quando poi ho visto che parecchie delle ultime patch di sicurezza by Microsfot, sono un totale disastro, riferendomi alla fantomatica falla Spectre & Meltdown, ho raggiunto la conclusione che negli ultimi mesi ciò che hanno fatto non è nient'altro che forzare in qualunque modo possibile l'"upgrade" a win 10.
Con questo post, vorrei anche esprimere un'idea del tutto personale, che questo Spectre e Meltdown siano frutto solo di fantasie, e che la fobia che hanno creato sia del tutto irreale. Ne sono venuto fuori leggendo su queste pagine (quì e quì, quì).
Chissà come mai che questi "fix", compresi gli aggiornamenti bios della scheda madre e microcode della cpu, siano incentrati più che altro a win 10 e alle mainboard più recenti. Per quelli come me che hanno un vecchio Xeon quad core con Win 7, niente fix, solo rallentamento del sistema... ma guarda un pò...
E allora con questo, ho disinstallato tutte le loro ultime patch (gruppo B, patch singole) dall'ultima fino a quelle di gennaio 2018 comprese, lasciando quelle per il net framework e le cumulative di Internet Explorer. Da quando ho fatto questo, l'encoding con x264 dello stesso file con le stesse impostazioni è salito da 27 fps a 30 fps, nonostante l'ultility Inspectre (quì) riportava "Performance : GOOD".
Aspetterò più avanti quando questa ondata, modello "mucca pazza" sia terminata, per ritornare ad installare le loro regolari patch di sicurezza.

Avatar utente
vraptus
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 138
Iscritto il: mer set 18, 2013 11:55 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da vraptus » lun set 03, 2018 10:36 am

Concordo assolutamente sul fatto che ormai linux e le *buntu in particolare sia pronto per l'utente comune. Il problema rimasto è la scarsa diffusione ed il fatto che l'utente comune quando ha un problema non cerca la soluzione (spesso banale) su internet ma chiede all'amico... che usa Windows.
Ad ogni modo per quel che ho visto Win 10 è un buon sistema che per un uso "basic" si adatta anche a pc vecchiotti, le licenze su Amazon si trovano a una decina di euro e per tutto ciò non è sicuramente il caso di rimanere con il buon vecchio Win 7.
"Le donne e i gatti fanno quello che vogliono, e gli uomini e i cani dovrebbero rilassarsi ed abituarsi all'idea." (Robert Anson Heinlein)

Avatar utente
Zane
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 3786
Iscritto il: mer mag 01, 2013 11:20 am
Contatta:

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da Zane » lun set 03, 2018 10:57 am

Buone osservazioni ben argomentate le vostre, ma vi chiedo: mettete sulla bilancia la fine degli aggiornamenti e la certezza di rimanere esposti a problemi di sicurezza noti su un piatto e tutto quello che dite voi sull'altro piatto. Cosa pesa di più?
Zane - TurboLab.it

Avatar utente
G_A_B
Livello: BD-ROM (6/15)
Livello: BD-ROM (6/15)
Messaggi: 221
Iscritto il: mer lug 20, 2016 8:26 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da G_A_B » lun set 03, 2018 11:40 am

Zane ha scritto:
lun set 03, 2018 10:57 am
Buone osservazioni ben argomentate le vostre, ma vi chiedo: mettete sulla bilancia la fine degli aggiornamenti e la certezza di rimanere esposti a problemi di sicurezza noti su un piatto e tutto quello che dite voi sull'altro piatto. Cosa pesa di più?
io credo che, almeno per quanto riguarda Spectre e Meltdown, non siano poi così noti, in quanto negli ultimi mesi ho letto abbastanza in giro per diversi siti abbastanza seri e professionali sull'argomento e nonostante ci siano una gran quantità di discussioni sull'argomento, non mi è mai capitato di trovare un messaggio, un topic o null'altro che affermava di avere il sistema operativo infettato tramite queste falle della cpu.
su windows 7, tornando indietro da oggi a inizio gennaio, se si vanno ad esaminare una ad una tutte le patch singole di sicurezza, sono certo che siano per un 2/3 almeno tutte derivate dalla sviluppo del fix per questo tipo di falla di sicurezza, sono andato una ad una a guardarmi il KB di queste patch e, un pò grazie a quelle pagine che ho linkato prima, un pò da deduzioni personali (che sia chiaro, potrebbero quest'ultime anche essere errate), sono arrivato alla conclusione che siccome la mia combo cpu/scheda madre non sarà mai protetta per Spectre & Meltdown, allora che bisogno ne ho di tenere installate queste patch?
per essere apposto come dicono loro dovrei cambiare tutto, hardware e sistema operativo... e chi me lo fà fare? adesso poi che mi funge tutto benissimo ed addirittura senza errori di sistema nel visualizzatore eventi. al momento io personalmente non credo che ce ne sia un gran bisogno di questo windows 10... quando saranno trascorsi diversi mesi dal rilascio dell'ultima patch per win 7, allora in quel momente inizierò a farci un pensiero

Avatar utente
speedyant
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 429
Iscritto il: lun gen 13, 2014 4:56 pm
Località: Torino

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da speedyant » lun set 03, 2018 2:47 pm

Personalmente ho un pc fisso con windows 10 pro tecnical preview e un portatile con windows 7 pro. Sono in realtà "preoccupato" per i clienti che per motivi vari si trovano "obbligati" ad usare win 7. Attualmente, essendo agenzie di assicurazioni, ci sono "problemi" nella migrazione, speriamo in bene...

Avatar utente
fiorenzino
Livello: microSD (7/15)
Livello: microSD (7/15)
Messaggi: 306
Iscritto il: mer ago 09, 2017 7:14 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da fiorenzino » lun set 03, 2018 3:40 pm

Se il pc non è abbastanza potente per Win10, o non c'è denaro o voglia di installarlo, passare a Ubuntu o a una distro anche più leggera è piuttosto semplice. Ho una sola perplessità: usare Ubuntu è sufficiente per evitare furti di credenziali per chi fa acquisti on line o utilizza il pc per l'home banking? Se la risposta è sì, conviene trasferirsi sul pinguino subito senza neppure passare per W10.
C'è qualquadra che non cosa in Danimarca...

Avatar utente
fiorenzino
Livello: microSD (7/15)
Livello: microSD (7/15)
Messaggi: 306
Iscritto il: mer ago 09, 2017 7:14 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da fiorenzino » lun set 03, 2018 3:45 pm

Comunque fra un po' verrà qualcuno a dirti che con il firewall di Comodo e uno degli antivirus da te citati, oppure con l'intera suite di Comodo, si potrà continuare a usare W7 nei secoli dei secoli :D

... e forse non avrà neanche tutti i torti :cool:
C'è qualquadra che non cosa in Danimarca...

Avatar utente
vraptus
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 138
Iscritto il: mer set 18, 2013 11:55 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da vraptus » lun set 03, 2018 7:17 pm

fiorenzino ha scritto:
lun set 03, 2018 3:40 pm
Ho una sola perplessità: usare Ubuntu è sufficiente per evitare furti di credenziali per chi fa acquisti on line o utilizza il pc per l'home banking? Se la risposta è sì, conviene trasferirsi sul pinguino subito senza neppure passare per W10.
Ovvio che no, se l'utente casca nel tranello di una mail di phishing è lui che gli dà le credenziali. Contro l'ingenuità umana non c'è nulla da fare.
"Le donne e i gatti fanno quello che vogliono, e gli uomini e i cani dovrebbero rilassarsi ed abituarsi all'idea." (Robert Anson Heinlein)

Avatar utente
fiorenzino
Livello: microSD (7/15)
Livello: microSD (7/15)
Messaggi: 306
Iscritto il: mer ago 09, 2017 7:14 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da fiorenzino » lun set 03, 2018 8:26 pm

vraptus ha scritto:
lun set 03, 2018 7:17 pm
Ovvio che no, se l'utente casca nel tranello di una mail di phishing è lui che gli dà le credenziali. Contro l'ingenuità umana non c'è nulla da fare.
Purtroppo il phishing non si diffonde solo via mail: ci sono anche siti che scaricano malware al solo scopo di monitorare quando l'utente fa home banking o acquisti on line su siti del tutto legittimi e rubare le informazioni inserite: purtroppo Windows è vulnerabile a questi programmi malevoli, e io a quelli mi riferivo.
C'è qualquadra che non cosa in Danimarca...

Avatar utente
vraptus
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 138
Iscritto il: mer set 18, 2013 11:55 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da vraptus » lun set 03, 2018 8:48 pm

fiorenzino ha scritto:
lun set 03, 2018 8:26 pm
Purtroppo il phishing non si diffonde solo via mail: ci sono anche siti che scaricano malware al solo scopo di monitorare quando l'utente fa home banking o acquisti on line su siti del tutto legittimi e rubare le informazioni inserite: purtroppo Windows è vulnerabile a questi programmi malevoli, e io a quelli mi riferivo.
In quel caso direi che puoi stare tranquillo: essendo i malware null'altro che software, dato che il software per Windows non funziona su linux la stessa cosa si può dire dei malware. Diverso è il discorso si tratta di vulnerabilità dei browser, di java, di flash ecc.ecc., ma di questo in questo sito ci sono persone molto più autorevoli di me che potranno spiegarti meglio.
Ad ogni modo non esistono sistemi invulnerabili e quindi è buona cosa stare sempre attenti.
"Le donne e i gatti fanno quello che vogliono, e gli uomini e i cani dovrebbero rilassarsi ed abituarsi all'idea." (Robert Anson Heinlein)

Avatar utente
retalv
Livello: Scheda perforata (1/15)
Livello: Scheda perforata (1/15)
Messaggi: 2
Iscritto il: lun set 03, 2018 11:57 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da retalv » mar set 04, 2018 2:39 am

Ho letto sommariamente (e me ne scuso) le vostre considerazioni: credo che la realtà si ponga (come al solito) in mezzo a tutto quanto scritto...

Personalmente considero Windows 7 ancora oggi un ottimo sistema operativo malgrado l'età si cominci a far sentire, ma non perché il sistema è diventato arcaico in se, ma semplicemente perché manca l'interesse di Microsoft a mantenerlo aggiornato e al passo coi tempi.

Tanto per dire si consideri il fatto che Windows 10 (l'eterno cartellone pubblicitario beta, sempre derivato da Windows 7, che piaccia o no...) doveva essere l'ultimo sistema operativo Microsoft ma voci del sottobosco fanno intendere che sarà immessa sul mercato una versione successiva alla 10 del sistema operativo. Quando? Chissà...

Per le esigenze di una utenza standard (home e piccoli uffici, quindi escludendo le grandi e medie organizzazioni) ancora oggi Windows 7 potrebbe essere un sistema operativo valido e utilizzabile ma si è preferito "svecchiare" il parco macchine mondiale con la ben nota filosofia del "nuovo è bello" creando un sistema falsamente dinamico che costringe a ricercare la posizione di alcune configurazioni ad ogni aggiornamento.

Tornando al motivo del contendere di questo 3D, con il grado di facilità d'uso di alcune distribuzioni linux, con il livello di compatibilità dei software linux riguardo ai software standard per ufficio (leggi Office-Libreoffice), i sistemi di virtualizzazione presenti sul mercato sia come software libero sia come software commerciale e la facilità con cui permettono interazione tra vecchi e nuovi sistemi, considero il cessare degli aggiornamenti di sicurezza quasi irrilevante se si entra nell'ottica d'uso dei sistemi Windows come piattaforma secondaria temporanea operante su altri sistemi (ad esempio unix-like).

Sono consapevole che l'utenza media casalinga ha bisogno di soluzioni pronte e semplici, che gli uffici preferiscono non dover far aggiornare il personale e sostenerne il costo, ma credo che alla fine siano solamente scuse: credo che i veri problemi siano il parziale mancato interesse della comunità linux a rendere quel sistema veramente user friendly, ripensato e progettato con un sistema standard di GUI per le varie distribuzioni che non costringa l'utente a diventare un poweruser per configurare il sistema e la certezza che Microsoft vuole dare l'ultimo colpo di coda ai sistemi standalone per poi passare (a tempo debito e definitivamente) al cloud ed avere in mano tutto, aziende comprese. Google insegna con Android e la spinta mondiale all'installazione di sistemi di interconnessione ad alta velocità penso lo confermi.

Scusate se mi sono fatto prendere la mano e sono arrivato "lungo"... :acch

Avatar utente
crazy.cat
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6987
Iscritto il: mer mag 01, 2013 4:02 pm
Località: Noventa Padovana

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da crazy.cat » mar set 04, 2018 5:14 am

retalv ha scritto:
mar set 04, 2018 2:39 am
che gli uffici preferiscono non dover far aggiornare il personale e sostenerne il costo, ma credo che alla fine siano solamente scuse
In ufficio non li vedo proprio pronti a passare a linux, già non sono capaci di usare windows, figuriamoci imparare ubuntu e trasferire tutti gli applicativi nel mondo del pinguino, poi convincere i loro clienti a interfacciarsi con tale mondo.
Al primo documento office, pieno di macro, tabelle e fogli vari che ti arriva e non riesci a visualizzarlo bene con libreoffice i primi a saltare sarebbero proprio quelli del reparto it.
Per casa, per un certo tipo di utenti viva il mondo del pinguino e tutto il software libero che vuoi, per il lavoro rimane sempre windows.
retalv ha scritto:
mar set 04, 2018 2:39 am
Scusate se mi sono fatto prendere la mano e sono arrivato "lungo"... :acch
Nessun problema e benvenuto. :ciao:ciao

OT Dove lavoro io non si sono ancora sbarazzati dei computer con windows vista, in altre sedi ci devono essere ancora degli xp, quelli con windows 7 dureranno almeno sino al 2030 se non esplodono prima.
La solitudine non è mica follia, anzi è indispensabile per stare bene in compagnia

Avatar utente
fiorenzino
Livello: microSD (7/15)
Livello: microSD (7/15)
Messaggi: 306
Iscritto il: mer ago 09, 2017 7:14 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da fiorenzino » mar set 04, 2018 9:38 am

crazy.cat ha scritto:
mar set 04, 2018 5:14 am
OT Dove lavoro io non si sono ancora sbarazzati dei computer con windows vista, in altre sedi ci devono essere ancora degli xp, quelli con windows 7 dureranno almeno sino al 2030 se non esplodono prima.
Questa è anche la mia esperienza :D
C'è qualquadra che non cosa in Danimarca...

Avatar utente
vraptus
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 138
Iscritto il: mer set 18, 2013 11:55 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da vraptus » mar set 04, 2018 10:27 am

crazy.cat ha scritto:
mar set 04, 2018 5:14 am
OT Dove lavoro io non si sono ancora sbarazzati dei computer con windows vista, in altre sedi ci devono essere ancora degli xp, quelli con windows 7 dureranno almeno sino al 2030 se non esplodono prima.
Dilettanti. Il mese scorso in un ufficio di un comune nell'appennino bolognese ho visto un pc con XP... :D
"Le donne e i gatti fanno quello che vogliono, e gli uomini e i cani dovrebbero rilassarsi ed abituarsi all'idea." (Robert Anson Heinlein)

Avatar utente
The Doctor
Livello: Storage Area Network (12/15)
Livello: Storage Area Network (12/15)
Messaggi: 1648
Iscritto il: mer mag 01, 2013 3:46 pm
Località: Altrove
Contatta:

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da The Doctor » mar set 04, 2018 10:58 am

Qui in ufficio non è che siamo messi meglio...

Immagine

Immagine
Io sto con Wile Coyote e Gatto Silvestro...

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3800
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da Al3x » mar set 04, 2018 11:42 am

e se vi dico che da me c'è ancora un pc con windows 2000 che ospita un gestore di licenze autocad che non possiamo smantellare?
I :amore Sasha

Avatar utente
retalv
Livello: Scheda perforata (1/15)
Livello: Scheda perforata (1/15)
Messaggi: 2
Iscritto il: lun set 03, 2018 11:57 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da retalv » mar set 04, 2018 12:04 pm

crazy.cat ha scritto:
mar set 04, 2018 5:14 am
Nessun problema e benvenuto.
Grazie, immagino tu abbia capito chi sono e da dove arrivo... ;)
crazy.cat ha scritto:
mar set 04, 2018 5:14 am
In ufficio non li vedo proprio pronti a passare a linux, già non sono capaci di usare windows, figuriamoci imparare ubuntu e trasferire tutti gli applicativi nel mondo del pinguino, poi convincere i loro clienti a interfacciarsi con tale mondo.
Al primo documento office, pieno di macro, tabelle e fogli vari che ti arriva e non riesci a visualizzarlo bene con libreoffice i primi a saltare sarebbero proprio quelli del reparto it.
Per casa, per un certo tipo di utenti viva il mondo del pinguino e tutto il software libero che vuoi, per il lavoro rimane sempre windows.
Mi sembrava che il topic fosse se conviene o no continuare con Windows 7 quando saranno finiti gli aggiornamenti per la sicurezza, ma se vogliamo andare OT con la solita schermaglia Windows-Linux in ufficio non c'è problema ... ;)

Con la tua replica in parte ti sei risposto da solo. Non saranno MAI pronti al passaggio a Linux e i motivi sono semplicemente due: se sei un "ragioniere", chi emette fatture o un tecnico (non informatico) il tuo lavoro è quello di usare la macchina, non di risolverne le problematiche della stessa e che praticamente non c'è assistenza per il mondo Linux.

Considerata la miriade di distribuzioni oggi presenti (spero di non sbagliare, girano sulle 270) per fare un'assistenza efficace deve essere la stessa assistenza a installare la distribuzione scelta e considerare stazione per stazione se, in base al lavoro svolto su quella macchina e al software disponibile (non necessariamente libero e free, ma spaziando anche nel commerciale) è conveniente Linux o Windows. Considerata l'evidente mancanza di software professionale per Linux si verrebbe a creare uno sbilanciamento aziendale, esattamente quello che le aziende NON vogliono.

Perdonami se sorrido, ma l'esempio (uno dei classici) sulla problematica di un foglio di un "qualche" office pieno di macro che non viene letto-eseguito correttamente causa diverso sistema o software (quindi non necessariamente Linux, ma anche all'interno del mondo Windows stesso) per la mia esperienza lascia il tempo che trova...

A meno che il prodotto (il foglio) non venga costruito espressamente per essere distribuito ad altri dipartimenti e/o ditte affiliate (e non) anche un semplice foglio Excel (per fare un piccolo esempio concreto) è parte del know out aziendale e come tale viene solitamente trattato, ma se a questo aggiungi la lingua madre usata per crearlo, anche un prodotto creato in Polacco o Tedesco e importato sullo stesso software con cui è stato creato (ma localizzato diversamente) mantiene diverse problematiche.

Tornando invece velocemente al topic, penso che già oggi esistano gli strumenti per usare il mondo Windows come piattaforma (ovviamente al di la di leggi e licenze, non di questo stavamo discutendo) alternativa e spesso insostituibile ad altri sistemi.

In ultima analisi...

Windows 7 online dopo gennaio 2020 è consigliabile?
No, ma non a prescindere (spesso le falle di sicurezza non riguardano il lavoro in linea).

Bisognerà forzatamente "abbracciare" MS con Windows 10 dal 2020 per continuare a lavorare in sicurezza?
No, esistono soluzioni client e server che ti permettono ancora di lavorare-vivere più tranquillamente senza ...

Come faccio a giocare senza le DirectX 12 se non ho Windows 10?
:lol:;)

Avatar utente
speedyant
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Livello: Chiavetta USB (8/15)
Messaggi: 429
Iscritto il: lun gen 13, 2014 4:56 pm
Località: Torino

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da speedyant » mar set 04, 2018 2:28 pm

Noi ci stiamo preoccupando per windows 7, ma i "poveri" win8 e win8.1 dove li mettiamo? Anche loro finiranno nel 2020!

Avatar utente
greenlit
Livello: EPROM (2/15)
Livello: EPROM (2/15)
Messaggi: 18
Iscritto il: dom ago 27, 2017 4:29 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da greenlit » sab set 08, 2018 1:24 am

Greenlit - 08/09/2018
In linea generale concordo con tutti gli interventi precedenti, in quanto condivido lo spirito di principio oggettivo.
Ogni tanto capita una discussione approfondita o un articolo su forum e blog a proposito del fine-supporto a qualche prodotto Microsoft, in particolare a qualche sistema operativo.
Abbiamo seguito in passato le profezie di sventure per coloro che adoperavano Windows XP, i quali dopo la fine del supporto "avrebbero passato seri guai" sulla sicurezza. Anche per Windows Vista Longhorn è stata la stessa commedia.
"Perdete ogni speranza per voi che usate un SO non più supportato!"
Di recente ho scritto una risposta ad un siffatto problema sul forum di HWupgrade, per un articolo dedicato ad una patch speciale emanata dalla "generosa e altruista" casa di Redmond per il sistema rottamato Windows XP, per una grave falla che interessava tutti i sistemi Windows.
Pertanto, riprendendo lo spunto da quella, mi onoro di affermare che dei proclami del genere sui rischi circa l'uso di sistemi Windows fuori supporto, io non tengo assolutamente conto, anzi, me la rido.
Oggi siamo nel mese di settembre 2018.
Ebbene, io sto scrivendo ora alla tastiera, connesso online, su un PC desktop del 2008 a 32 bit con il sistema operativo Windows XP, trasferito da altri PC, le cui cartelle di sistema originali, quelle cioè mai soggette a cambiamenti di data, riportano ancora la data della prima installazione, ovvero 10/10/2004.
Cioè in pratica io sto usando un sistema operativo installato a ottobre 2004, oggi nel 2018, dopo 14 anni consecutivi, senza "MAI" formattare o riformattare.
Ergo, essendo io un tale che ha cominciato a usare i computer quando esisteva il Sinclair Spectrum (non Spectre che affligge i processori Intel & Co), penso di avere ereditata una certa esperienza che mi permette di fare ciò, senza danno alcuno.
Ovviamente non consiglierò mai ad un "nerd" una simile esperienza, giammai, perché c'è gente in giro che appena appone le dita sulla tastiera di un PC, digita 200.000 caratteri in un secondo, e pretende che un browser si illumini sul monitor a pagina piena alla velocità della luce.
Nè penserò che qualcuno mai ancora su questo pianeta abbia raggiunto il mio "record" quanto a XP, usandolo ogni giorno e navigando almeno 6 ore al dì su tutti i siti, anche quelli a rischio.
Preciso che su questo XP vi sono installati 340 programmi e che ve ne sono altri 140 in versione "portable", tutti regolarmente usati al bisogno.
Il fatto è che a me piace valorizzare tutto, e dimostrare a tutti che la "frenesia del nuovo" non vale esattamente la candela che illumina con 1 Gigalumen la mente di chi professa questa "religione".
Coloro che non sono capaci di gestire in piena sicurezza un sistema XP al giorno d'oggi, e tantomeno un sistema Seven, fanno benissimo pertanto a farsi incantare dal pifferaio magico che suona la musichetta dei suoni di sistema predefiniti di Windows 10.
Faccio presente che dispongo di ben 7 PC desktop tutti funzionanti perfettamente di varie epoche, a partire da un MPM 80286 con processore da 8 MHz con turbo fino a 16 MHz e 640 KB di ram, fino a un PC di due anni fa automontato con 16 GB di ram ed altre amenità che non sto a decantare, il tutto passando per PC con Pentium 1 a 200 MHz, Pentium 3 a 800 MHz, due Pentium 4, da 1.6 GHz e 2,7 GHZ, fino a un AsRock 4CoreDual-VSTA del 2008 che sto usando in questo momento, su cui in origine c'era una CPU E4600 con 2 GB di ram, e che adesso da due mesi ha subito un amabilissimo upgrade, grazie a un BIOS prodotto da terzi che ho ordinato online assieme ad un altro chip, assieme anche a una CPU E7600 e due schede RAM ciascuna da 2 GB in coppia per un totale di 4 GB, con grande "soddisfazione" di XP, Windows Vista e Windows 7 a 32 e 64 bit che ci girano su.
Possiedo sistemi operativi DOS da 3 a 6, Windows 1.0, 2.0 3,0 e 3.1, Windows 95, Windows 98SE, Windows ME, Windows 2000, Windows XP a 32 e 64 bit, Vista a 32 e 64 bit, Windows 7 a 32 e 64 bit, Windows 8 e Windows 8.1 a 32 e 64 bit e infine tutte le serie di Windows 10 a 32 e 64 bit emesse finora.
Il tutto con regolari licenze di uso.
Siccome sui miei PC ho montato per ciascuno di essi, oltre a due dvdRW, anche due rack per cassetti estraibili per HD, e dato che possiedo circa 50 HD di vario taglio, Pata e Sata, vi lasco immaginare che su ogni PC posso caricare e scaricare a piacere HD con tutti i sistemi che voglio, da XP fino a Windows 10, per i PC più recenti.
Penso di avere accumulato abbastanza esperienza per godermi ogni tipo di modifica e trasformazione sui sistemi Windows.
A parte ho altri HD per i Backup dei sistemi e dei dati, sia interni che esterni in USB.
Su tutti i sistemi operativi a partire da quelli XP, uso Firewall bidirezionali di terze parti, con controllo completo delle entrate e delle uscite.
Ho il controllo delle porte e delle funzioni TCP. Uso spesso Netstat e verifico la situazione.
Conosco a memoria tutti i servizi Windows e tutti i file caricati all'avvio per ogni sistema e ogni PC, e se per sbaglio dovesse capitare (rarississimamente) che si intrufolasse qualcosa nei miei PC, lo "espungerei" in un attimo.
Spesso utilizzo un sistema attivo per gestire HD con sistemi non attivi, e per fare pulizia di ogni cosa.
Utilizzo ogni tanto le funzioni di caricamento degli Hive dei registri (le "cloache" di Windows) di un sistema su un altro per operazioni chirurgiche e modifiche.
Utilizzo ogni forma di controllo e pulizia dei file temporanei e spesso ispeziono interi sistemi di file tramite prodotti come TotalCommander e simili.
Su ogni sistema operativo tengo 6 istanze sempre aperte di TotalCommander con 100 schede aperte per PC.
Utilizzo browser Firefox aggiornati e muniti di adeguate configurazioni.
Inoltre faccio uso sistematico di Sandboxie su tutto, con cartelle interne configurate e con sistemi automatizzati e manuali di cancellazione di file e cartelle in Sandbox, associati alle funzioni di avvio di ogni PC.
Dopo inutili perdite di tempo del passato, ho abolito totalmente tutti gli antivirus, che mi intralciavano abbondantemente i PC con aumento di carichi di ram e con rallentamenti pesanti e per me insopportabili.
Ogni due/tre mesi carico al boot un CD Live aggiornato di Avira o Avast per controllare Root e partizioni dei dischi, ma non trovo mai nulla.
Per me UEFI è solo un orpello inutile che limita la mia libertà, in quanto io non ne avrei assolutamente bisogno.
UEFI serve a proteggere gli incompetenti e a gestire gli interessi esclusivi di diritto proprietario della Microsoft.
È utile anche aggiungere che utilizzo sistemi Linux in varie release su questi miei PC.
Faccio uso di circa 60 account di posta elettronica, con "Outlook Express" (udite, udite!), ma il tutto è in Sandbox.
Posso utilizzare Outlook Express se voglio anche su Windows 7 e su Windows 10, in modalità Sandbox.
Possiedo anche 6 PC Notebook.
In questi giorni su due Notebook di due amici, sto configurando "gratuitamente" in Dual Boot W10 e W7 a 64 bit.
I due Notebook, quasi perfettamente uguali, dotati di UEFI e SecureBoot, nuovi con W10 preinstallato e dischi in GPT, sono stati da me "piacevolmente" "stramazzati" con l'aggiunta della installazione di W7 a 64 bit, che funziona perfettamente e che sto finendo di configurare e collaudare.
Uno di essi l'ho smontato (non ha l'accesso esterno con sportellino all'HD, grande furbata dell'HP), gli ho sostituito il disco HGST con uno identico, su cui poi ho effettuato la copia del disco originale ed eseguito tutti gli "sfracelli" necessari a espugnare la cocciutaggine di W10 e UEFI a gestire W7.
Infatti ho installato W7 in MBR, dopo aver "piallato" il disco, e poi l'ho trapiantato sulla partizione in GPT, dopo aver ricopiato il disco, con uso di strumenti adeguati come Aomei Backupper e ancora meglio con Ghost 64 bit ultima versione, in più con due dischi esterni in USB su cui effettuare tutte le copie dei dischi e delle partizioni.
I sistemi delle partizioni sono stati modificati sia con Windows che con Partition Manager, per ottenere "esattamente" fino al bit da me desiderato le dimensioni giuste delle partizioni.
100 GB lordi esatti per W10, 60 GB lordi per W7 e due da 161 GB esatti e "perfettamente uguali" per i dati. In più System, WinRE e RECOVERY, oltre a due partizioni da 16 e 5 MB non allocate, in un disco da 500 GB.
Infine ho gestito le funzioni di Boot con BCDEdit a riga di comando in decine di occasioni (detesto EasyBCD, roba per gente poco pratica, che infila file indesiderati nei sistemi operativi), con l'ausilio di Diskpart e la funzione "clean" per resettare le configurazioni di Boot quando mi serviva.
Insomma, per quanto mi riguarda ho scritto una volta: "Morte a XP, Viva XP", e adesso proclamo "Morte a Seven, viva Seven!".
Penso che continuerò ad usare XP e Seven fino almeno al 2030, assieme a Windows 10 e a quelli che verranno, oltre a Linux e magari a Ubuntu 30.04.
Il vero limite è la voracità famelica e "assolutamente vergognosa" del web, pieno di inutilità e facezie per "fare cassa", e della altrettanta conseguente complessità dei browser.
Sono solo questi i due elementi che possono mettere fuorigioco un PC con XP o Seven.
Infatti, quando i PC che ora supportano XP e Seven non potranno più gestire sistemi web con vari GB di dati per l'apertura delle future pagine web, allora un PC come questo che sto usando, per via specialmente dell'hardware, non sarà più utilizzabile online.
Ma io lo conserverò assieme agli altri, e ogni settimana li accenderò e farò girare tutte le vecchie glorie che hanno arricchito le mie ore di studio e di appassionata dedizione a quella straordinaria conquista e avventura che si chiama "informatica", e che seguo ormai da 40 anni.

Avatar utente
G_A_B
Livello: BD-ROM (6/15)
Livello: BD-ROM (6/15)
Messaggi: 221
Iscritto il: mer lug 20, 2016 8:26 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da G_A_B » sab set 08, 2018 1:48 am

non ho letto il messaggio precedente nella sua completezza, un pò per pigrizia ma anche per mancanza di tempo. mi sono però soffermato un attimo a pensare sull'argomento: "pretende che un browser si illumini sul monitor a pagina piena alla velocità della luce".
ebbene, su questo mi trovo in totale disaccordo, in quanto se usassimo ancora win xp, non è tanto la velocità di rendering delle pagine del browser il problema, ma proprio la sicurezza del browser stesso, in quanto il supporto degli sviluppatori di browser (mozilla e google in primis) a quell'os è ormai finita da un bel pò, e sinceramente ci vuole un bel coraggio a navigare nel web in quelle condizioni. chrome lo ha ormai abbandonato da tempo immemore, firefox ha resistito un pò di più ma davanti all'evidenza lo ha abbandonato da tempo anch'esso, di internet explorer meglio proprio non parlarne.
se poi a tutto questo aggiungiamo l'enorme divario in termini di prestazioni, derivate gran parte dalla compatibilità dei moderni formati web, direi proprio che se si vuole usare il pc per navigare su internet, win xp lo escluderei a priori. per quanto vecchio lo sia anch'esso win 7, perlomeno posso ancora usare l'ultima versione di firefox o chrome, fattore che a mio modo di vedere fà decadere ogni minimo pensiero di voler usare ancora win xp.

Avatar utente
winman
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 146
Iscritto il: mar ago 20, 2013 10:43 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da winman » dom ott 14, 2018 5:07 pm

Provato il 10 e sono rimasto deluso quindi resterò con il Seven per un bel pò . Accidenti alla moda delle app su desktop .
Win/Mac/Linux user

Avatar utente
G_A_B
Livello: BD-ROM (6/15)
Livello: BD-ROM (6/15)
Messaggi: 221
Iscritto il: mer lug 20, 2016 8:26 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da G_A_B » dom ott 14, 2018 7:08 pm

winman ha scritto:
dom ott 14, 2018 5:07 pm
Provato il 10 e sono rimasto deluso quindi resterò con il Seven per un bel pò . Accidenti alla moda delle app su desktop .
è uno dei principali motivi per il quale anche io non mi sono avvicinato a win 10. ormai la vita stessa è diventata un "app". per fare qualsiasi cosa ormai ci vuole l'app giusta, senza l'app il nostro cervello non ne sarebbe in grado. quasi come le scimmie.
penso che toccherà comunque farsene una ragione, almeno per quanto mi riguarda.

Avatar utente
fiorenzino
Livello: microSD (7/15)
Livello: microSD (7/15)
Messaggi: 306
Iscritto il: mer ago 09, 2017 7:14 pm

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da fiorenzino » dom ott 14, 2018 7:25 pm

G_A_B ha scritto:
sab set 08, 2018 1:48 am
se usassimo ancora win xp, non è tanto la velocità di rendering delle pagine del browser il problema, ma proprio la sicurezza del browser stesso, in quanto il supporto degli sviluppatori di browser (mozilla e google in primis) a quell'os è ormai finita da un bel pò, e sinceramente ci vuole un bel coraggio a navigare nel web in quelle condizioni. chrome lo ha ormai abbandonato da tempo immemore, firefox ha resistito un pò di più ma davanti all'evidenza lo ha abbandonato da tempo anch'esso, di internet explorer meglio proprio non parlarne.
In effetti per XP come browser aggiornati è rimasto poco o niente: a parte alcuni multirendering che utilizzano anche il vecchio Trident di IE, come Avant o Maxthon (ma la cui completa compatibilità con il vecchio sistema è tutta da verificare), ci sono soltanto due fork di Pale Moon per XP, MyPal e questo (è il quarto o il quinto link, dipende dall'architettura del processore), e un fork di Basilisk per XP, questo (è il primo o il secondo link, stesso discorso di prima). Con questi browser e navigando sotto Sandboxie configurato con limitazione dei diritti si può ancora mantenere un accettabile grado di sicurezza anche con XP: per le prestazioni, dipende dalla macchina usata.
C'è qualquadra che non cosa in Danimarca...

Avatar utente
G_A_B
Livello: BD-ROM (6/15)
Livello: BD-ROM (6/15)
Messaggi: 221
Iscritto il: mer lug 20, 2016 8:26 am

Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da G_A_B » dom ott 14, 2018 7:48 pm

per quanto riguarda i browser, preferisco stare sempre con le versioni standard, ufficiali. quando c'è di mezzo qualcun'altro che modifica quà è la per farsi bello in un modo o nell'altro, il risultato finale spesso sono solo problemi aggiuntivi.
ho usato per un pò di tempo, quando c'era stato il passaggio dagli addons xul a webextension, Iceweasel. era un buon browser che permetteva di installare addons non firmati, ancora esiste ed è anche aggiornato. non aveva modifiche extra, oltre a questa e ad essere compilato con i più recenti visual studio, ma l'ho abbandonato perchè ora come ora se voglio installare una webextension modificata, mi faccio l'upload sul sito di mozilla e me la faccio firmare da loro (ne ho 2 o 3 così adesso installate nel browser, spesso lo faccio solo per localizzare qualche stringa in italiano).
preferisco quindi restare con l' "originale"

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Re: Commenti a "Windows 7, fine supporto: devo abbandonare Windows 7? quando è la data di "stop aggiornamenti"?"

Messaggio da System » dom ott 14, 2018 7:48 pm


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio