Il popolare pacchetto QuickTime -nella sua versione per Windows- ha raggiunto la fine del ciclo di vita a gennaio 2016. Il software non riceverà ulteriori aggiornamenti di sicurezza, nemmeno quelli per vulnerabilità critiche e sfruttabili per confezionare file-trappola in grado di compromettere i PC degli utenti. La soluzione è una sola: rimuovere immediatamente il programma.

Guida: come disinstallare QuickTime Windows (è pericoloso! fallo subito!) - quicktime windows ultima versione

» Leggi: Rimuovili subito! 15+ programmi popolari dei quali dovresti sbarazzarti immediatamente

A dare l'allarme per primo è stato il blog di TrendMicro tramite un post nel quale l'azienda segnala anche la scoperta di due nuove falle gravi che interessano l'ultima versione. Apple pare non aver ancora ufficializzato la notizia, ma anche l'osservatorio governativo US-CERT ha divulgato un avviso in merito.

I nuovi bug segnalati sono stati rintracciati nello specifico programma QuickTime Player e non nei codec utilizzati per decodificare le informazioni, quindi la minaccia è oggi limitata solo ai casi in cui venga attivamente utilizzato lo specifico applicativo. Non è da escludere, comunque, che in futuro vengano rintracciati nuovi problemi di sicurezza nel decoder, motivo per cui è sicuramente opportuno sbarazzarsi di tutto piuttosto che limitarsi a non utilizzare QuickTime Player.

La fine dello sviluppo interessa unicamente gli utenti Windows. QuickTime per Mac continuerà infatti ad essere sviluppato come di consueto.

Come disinstallare QuickTime per Windows

Cercare disinstalla sotto Start per localizzare ed avviare l'applet Programmi e funzionalità.

Dalla lista, individuare e selezionare QuickTime, quindi premere il pulsante Disinstalla in alto.

Guida: come disinstallare QuickTime Windows (è pericoloso! fallo subito!) - distinstallazione quicktime

Quali effetti collaterali?

QuickTime per Windows è in larga misura superfluo ormai da alcuni anni. La maggior parte dei file .mov sono infatti riproducibili nativamente da Windows 7 in avanti, mentre l'uso del formato tramite web è ormai limitato praticamente ai soli siti di Apple e magazine correlati (e, comunque, il plugin per browser non viene più caricato automaticamente da Chrome e Firefox da alcune generazioni).

In alternativa, VLC media player integra sempre codec aggiornati per la decodifica degli stessi formati apribili da QuickTime.

» Leggi: TurboLab.it Windows Essentials: I 10+ programmi indispensabili da installare dopo la formattazione

Nemmeno iTunes richiede più QuickTime già dalla versione 10.5 del 2011, motivo per cui anche i possessori di iPhone o altri dispositivi iOS possono disfarsi di QuickTime immediatamente.

Un caso problematico è quello di vecchi programmi specifici (spesso di natura didattica) esplicitamente realizzati per appoggiarsi a QuickTime per la riproduzione dei contenuti: in questo caso, si verificherebbe qualche malfunzionamento durante l'uso di tali applicativi.

Un'altra categoria di utenti che potrebbe incontrare qualche inconveniente sono i professionisti del montaggio video che lavorino con Adobe Premiere, After Effects e abbiano la necessità di importare o esportare file .mov. In questo caso, QuickTime non può essere rimosso.