Tablet e privacy...

Galaxy, Nexus, Xperia, Optimus o altri dispositivi "robotici"? Che si tratti di configurare il telefono o tablet, installare una ROM "cucinata" o scambiare quattro chiacchiere sui migliori dispositivi, la community Android si incontra qui.
Regole del forum
Rispondi
Avatar utente
vince1948
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1081
Iscritto il: mar apr 29, 2014 3:28 pm
Località: Sponda del Po Rodigino

Tablet e privacy...

Messaggio da vince1948 »

Ho da pochi giorni un Tablet Samsung Galaxy Tab S 10.5, subito mi sono accorto che quando scarico una app. questo accidente vuole sapere tutto della mia vita.
Esce una finestra che mi dice cosa guarderà, foto indirizzi wifi e quant'altro di mio, se non accetti niente scarico, è possibile evitare tutto questo?
Grazie.
Da quando uso il pc sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo. :cry:
Windows 10 Pro - Edge - Firefox - Office 2016 Plus...

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da System » mer set 17, 2014 1:53 pm


Avatar utente
Andy94
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1364
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Villorba (TV)

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da Andy94 »

Se dici evitare di rispondere alla domanda che ti fa di vedere tutto no, altrimenti non installi l'applicazione che ti serve.

Quelle sono le "autorizzazioni", ovvero ciò a cui l'applicazione che installi avrà accesso.

Ci sono alcune app particolari che consentono di impedire ad altre app di utilizzare determinate autorizzazioni (ovvero se l'applicazione X vuole accesso alla rubrica io glielo blocco), però sappi che se queste autorizzazioni sono necessarie e tu le vieti le app potrebbero non funzionare correttamente. Il classico esempio è bloccare l'accesso alla rubrica ad un gestore alternativo degli SMS, gli effetti potrebbero essere poco piacevoli.

Sul fatto che alcune app siano esose di autorizzazioni rispetto a quanto realmente fanno sono d'accordo, alle volte chiedono cose che poi neanche usano (perché magari sono state sviluppate con framework che nativamente richiedono determinate autorizzazioni anche se poi i componenti finiscono per non utilizzarle).
Se la pazienza è una virtù, attendere è un'arte...
Stiamo tornando...

Avatar utente
vince1948
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1081
Iscritto il: mar apr 29, 2014 3:28 pm
Località: Sponda del Po Rodigino

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da vince1948 »

Ok ho capito, però resto sempre del parere che la cosa sia contro la privacy, ovvio che lo faccio presente al garante.
Potrei anche capire per una app. gratuita, ma se la pago è davvero troppo, in pratica mi obbliga a non avere completo uso del mio tablet, se ci metto le foto della mia morosa vecchia quelli se la vedono, se permetti me la sono sopportata io ed io me la voglio gustare, mi sa che non ci siamo proprio.
Ci potrebbe essere una soluzione del tipo, la scarico sul pc poi la piazzo sul tablet, oppure potrebbe non funzionare.
Grazie.
Da quando uso il pc sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo. :cry:
Windows 10 Pro - Edge - Firefox - Office 2016 Plus...

Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da developerwinme »

vince1948 ha scritto:Ok ho capito, però resto sempre del parere che la cosa sia contro la privacy, ovvio che lo faccio presente al garante.
In effetti l'avviso che compare all'installazione dell'app è una tutela della privacy, in quanto ti permette di scegliere se installare o meno una app sulla base della autorizzazioni che richiede, e ti assicura che non farà uso di funzionalità che non ha richiesto e tu gli abbia consentito.

Se confronti lo scenario in questione con quello che su un comune PC Windows (o su Mac ecc...), converrai che, nel caso di tablet, smartphone ecc..., il livello di controllo è molto più elevato: se esegui una applicazione sul PC, nessuno garantisce nulla su quello che andrà a fare, mentre su tablet, smartphone ecc... ricevi un avviso prima dell'installazione e sai a cosa l'app può, potenzialmente, avere accesso, qualora tu approvassi l'installazione. ;)
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

Avatar utente
vince1948
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1081
Iscritto il: mar apr 29, 2014 3:28 pm
Località: Sponda del Po Rodigino

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da vince1948 »

Cerco di mettermi sulla tua lunghezza d'onda ma proprio non ci riesco.
Questo avviso non e' che mi da alternative, se non accetto non mi serve il tablet, non ne potro' scaricare una, lo posso buttare, e tu dici che lo fa per la mia privacy, no questa e' una imposizione, proprio perche' non mi lascia alternative.
Altro discorso sarebbe se volessi una app gratuita e tu me la cedi solo se.... ma se te la pago la cosa cambia.
Che poi sul pc avvenga la stessa cosa, senza che io lo sappia o sia d'accordo, si configura certamente in un reato,carpire dati sensibili e' ben punito dalla legge, devi solo chiederlo alle centinaia di uffici che si sono beccati sanzioni da brivido.
Insomma, io ci piazzo le mie analisi e tu mi dici che me le guardi ed io non posso dire di no, e' protezione o abuso?
Mi sono fatto un mazzo tanto cosi, per imparare tutta la normativa riguardo la privacy dell'ufficio di mia moglie, mi hanno insegnato cosa sono i dati sensibili, e come proteggerli... i miei esami ematici lo sono eccome, cosi come la mia fedina penale.
Senza offesa ma asserire la giustezza di questo comportamento e' fuori da ogni logica privacy. :yes :yes
Da quando uso il pc sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo. :cry:
Windows 10 Pro - Edge - Firefox - Office 2016 Plus...

Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da developerwinme »

Il tuo ragionamento è in principio corretto, ma c'è un punto fondamentale che va chiarito: quando concedi alle app l'installazione nel tuo dispositivo, mediante l'accettazione della possibilità di accedere a determinate aree del tuo dispositivo, come le foto, i documenti, gli SMS, la tua posizione ecc..., non stai consentendogli di farne quello che vuole, senza alcun rispetto della tua privacy: obiettivo di quell'avviso è solo informarti, dal punto di vista "tecnico", delle aree a cui l'app può accedere, non invitarti a fornirle l'autorizzazione a fare "quello che vuole" con le funzionalità in questione.
Detto in altro modo: fornendo quell'autorizzazione, semplicemente accetti che l'app possa accedere a quelle funzionalità, con l'implicito, ma fondamentale, presupposto, che l'utilizzo che l'app ne fa sia esclusivamente limitato alla fornitura delle sue funzionalità: se poi l'utilizzo non si limita a questo, in quel caso, allora, puoi pensare di rivalerti sullo sviluppatore dell'app (non sul produttore del tablet e/o sistema operativo), nelle sedi competenti (rimane poi da vedere quanto questo sia fattibile, ma è un altro discorso).

Ad ogni modo, ho espresso la mia idea, anche sulla base dell'esperienza accumulata come sviluppatore di app (per Windows Phone, ma sul problema in questione fa poca differenza: le politiche di Microsoft e Google sono simili), ma ogni opinione è meritevole di rispetto, e pertanto rispetto la tua. :)
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

Avatar utente
vince1948
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1081
Iscritto il: mar apr 29, 2014 3:28 pm
Località: Sponda del Po Rodigino

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da vince1948 »

Certamente avrai capito che non si tratta di chi ha ragione... io o tu, il discorso è del tutto accademico.
Visto come l'hai spiegata, mi andrebbe anche bene, ma è difficile levarsi dalla testa che se mi chiedi di "guardare" poi non lo fai con malizia.
Quell'avviso a mio modo di vedere è mendace, se non ficchi il naso nelle mie cose e però mi dici che potresti anche farlo, sarei un allocco a non capire che lo farai, altrimenti non me lo chiederesti, malizioso... forse.
Vedi non è solo questione di rispetto di un altra opinione, che è scontato, è che la tua visione a mio modo di vedere è troppo benevola, magari il mondo fosse cosi buono.
Forse qui gioca il tempo e l'esperienza, tu avrai 20 anni, che fortuna, io 67 porca miseria.
Grazie ciao. :)
Da quando uso il pc sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo. :cry:
Windows 10 Pro - Edge - Firefox - Office 2016 Plus...

Avatar utente
Ganondolf
Livello: Disco fisso (9/15)
Livello: Disco fisso (9/15)
Messaggi: 678
Iscritto il: mar gen 28, 2014 10:51 am
Località: Mestre

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da Ganondolf »

Visto come l'hai spiegata, mi andrebbe anche bene, ma è difficile levarsi dalla testa che se mi chiedi di "guardare" poi non lo fai con malizia.
Quell'avviso a mio modo di vedere è mendace, se non ficchi il naso nelle mie cose e però mi dici che potresti anche farlo, sarei un allocco a non capire che lo farai, altrimenti non me lo chiederesti, malizioso... forse.
Il punto è che i permessi per le app non sono una sorta di privilegio o "ricompensa" per gli sviluppatori (per dire, io ti concedo questo servizio e tu in cambio mi lasci guardare dentro la tua rubrica), ma sono necessità tecniche. Questo perché Android restringe l'accesso alle varie componenti, e senza permesso, l'app non può usarle. Se quindi vuoi che la tua app per mandare messaggi possa aprire la rubrica per farti selezionare il destinatario, devi dargli il permesso di aprire la rubrica. Se vuoi fargli salvare le foto che ti hanno mandato, devi dargli il permesso a scrivere dati sulla sdcard. Se vuoi scattare una foto da dentro l'app per mandarla al volo a qualcuno, devi dargli il permesso di accedere alla fotocamera.

Chi ti dice che nessuno abuserà di quei permessi? Beh, nessuno. Ma se qualcuno se ne accorge, per gli sviluppatori sono guai. E per molte applicazioni di Android è disponibile pubblicamente il codice sorgente. Inoltre, se i permessi non ci fossero (come sul computer) è come se implicitamente concedessi a tutti i programmi tutti i permessi che vogliono, senza nemmeno avvisarti. Quindi i permessi in Android in realtà sono una restrizione alle app, un meccanismo contro gli abusi, come giustamente diceva developerwinme.

Avatar utente
vince1948
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1081
Iscritto il: mar apr 29, 2014 3:28 pm
Località: Sponda del Po Rodigino

Re: Tablet e privacy...

Messaggio da vince1948 »

Anche tu sei sulla stessa lunghezza d'onda di developerwinme, anche tu non "guardi" con il dovuto distacco.
Proprio ogni tua affermazione non mi trova d'accordo, la vedi come vogliono che tu la veda, l'hanno impostata perché sia cosi, oddio non pensare ad un grande fratello percarità, ma ad una gestione interessata , moolto interessata.
Il discorso potrebbe finire qui, in fondo hai ribadito un concetto uguale uguale a quello di developerwinme, invece ti invito a rileggerti.
Come si fa a dire che non E' una ricompensa... invece lo E', indiretta agli sviluppatori, perché magari questi nonne fanno nulla dei tuoi dati, ma chi concede loro di vendere il prodotto si, e potrei continuare con le necessità tecniche... ma chi lo ha detto che per mandare un messaggio devo poter farti aprire la mia rubrica, oppure la app non funziona.
Prendo il mio pc, qualsiasi programma che scarico funziona e sulla mia rubrica non c'è scritto proprio nulla, come non c'è nulla su quella del tablet, indi.
Certamente mi dirai che sul pc è cosa diversa, ma se si può fare sul pc perché non sul tablet.
Io di certo non sono un informatico, ma ero e sono sicuro che sia possibilissimo farsi gli affari propri e far funzionare le App, tanto è vero che stanno mettendo in ballo una sorta di Android totalmente scevro delle citate richieste, attendi e vedrai.
Per finire mi ripeto, difficile che tu/voi riusciate a convincere almeno il 10% di chi si interessa di privacy della giustezza di un ragionamento cosi:
Quindi i permessi in Android in realtà sono una restrizione alle app, un meccanismo contro gli abusi, come giustamente diceva developerwinme.
Per noi, inteso come "addetti" privacy, è una frase inaccettabile, non esiste proprio che uno ti protegga spiandoti.
Con questo non è che non accetti un dato di fatto, o mangi sta minestra... ma di sicuro, nel mio piccolo, opererò perché questa cosa cambi, infatti ho già scritto al garante e mi sono accorto d'essere l'ultimo di una lunga fila.
Lo so non sono stato esaustivo, ad ogni domanda va data la soluzione, ma non ho la capacità tecnica per questo, l'unica cosa che posso dire con certezza, senza offesa per nessuno sia chiaro, è che mi pare tanto semplice pensare che la "cosa" è sbagliata, e mi stupisco che non la si capisca, ecco perché ti ho risposto, ciao.
Da quando uso il pc sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo. :cry:
Windows 10 Pro - Edge - Firefox - Office 2016 Plus...

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Re: Tablet e privacy...

Messaggio da System » mer set 24, 2014 6:44 am


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio