Un malware senza nome ha rubato 26 milioni di credenziali di accesso

Parliamo qui dei rootkit hypervisor-level, ma anche di quale piattaforma mobile preferire o delle ripercussioni di Facebook sulla nostra privacy.
Regole del forum
Rispondi
Avatar utente
leofelix
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2966
Iscritto il: mer lug 03, 2013 11:46 am
Località: Italia

Un malware senza nome ha rubato 26 milioni di credenziali di accesso

Messaggio da leofelix »

Come da titolo, un malware, un trojan personalizzato che si trova in vendita nel dark web, solo tra il 2018 e il 2020 è riuscito a infettare oltre 3.000.000 di sistemi Windows e conseguentemente a rubare oltre 26 milioni di credenziali di accesso di diverso tipo.

Il malware è stato trasmesso o come allegato via e-mail o attraverso copie pirata di Adobe Photoshop, giochi pirata e altri sistemi illegali per registrare programmi.

Per quanto la lista delle e-mail compromesse sia presente su https://haveibeenpwned.com/ solo chi si è registrato per ricevere notifiche di eventuali violazioni potrà scoprire se è tra i "fortunati". L'FBI ha infatti considerato sensibile il data breach e non è quindi possibile cercare pubblicamente i dati in possesso di Troy Hunt.

Il malware ha rubato un totale di 1.2 TB di dati, tra cui file personali, password di accesso e cookies.

In totale gli e-mail address sarebbero 11 milioni, le credenziali di accesso sono di più giacchè non riguardano solo le password per accedere alle caselle postali coinvolte, ma anche social, siti di shopping, forum, istituti bancari e così via.

Fonti (in inglese)
https://www.troyhunt.com/nameless-malwa ... een-pwned/
e
https://nordlocker.com/malware-analysis/

Nota: Troy Hunt non collabora solo con l'FBI ma anche con la Polizia di diverse Nazioni anche europee.
"C'è davvero bisogno di domande retoriche?"

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio