Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Parliamo qui dei rootkit hypervisor-level, ma anche di quale piattaforma mobile preferire o delle ripercussioni di Facebook sulla nostra privacy.
Regole del forum
Rispondi
[Claudio]

Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da [Claudio] »

A partire dal 13 gennaio 2015, tutte le versioni di Windows 7 entreranno nella fase di supporto "Extended", che dura cinque anni e garantisce esclusivamente aggiornamenti gratuiti sul fronte della sicurezza e hotfix.
Nella data sopra menzionata, cesserà la fase di supporto "Mainstream", in cui è possibile introdurre nuove funzionalità e modifiche strutturali al sistema operativo.
A partire dal 14 gennaio 2020, Windows 7 non riceverà ulteriori aggiornamenti di alcun tipo, in quanto Microsoft cesserà tutti i tipi di supporto per la versione.
Fonte: hwupgrade.it

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da System » ven lug 11, 2014 9:56 am


Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da developerwinme »

Notizia sicuramente interessante, ma è da quando è uscito Windows 7 che tali date sono note. Microsoft ha semplicemente pubblicato il reminder periodico relativo ai prodotti che stanno per finire il supporto o per passare da quello Mainstream a quello Extended, e in quello di questa volta era incluso anche Windows 7.

Dal punto di vista pratico, non cambia assolutamente nulla, anche se sicuramente quello su cui si deve riflettere, soprattutto in ambito aziendale, è se valga la pena fare ampie migrazioni da Windows XP a Windows 7, o se sia meglio considerare Windows 8.1 o attendere qualche mese in più, e valutare Windows 9 (o come verrà chiamato) che dovrebbe portare numerose migliorie in ambito desktop, e rendere Windows 8.1 (di per se già piuttosto digeribile, a mio modo di vedere, rispetto a Windows 8.0) ancora più vicino a quanto offriva Windows 7 all'utenza "tradizionalista".
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3992
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da Al3x »

developerwinme ha scritto:e rendere Windows 8.1 (di per se già piuttosto digeribile, a mio modo di vedere...)
caro Marco, forse per te che sviluppi e lavori quasi esclusivamente con prodotti MS è quasi inevitabile cercare di vedere del buono dove a mio avviso non ce n'è.
Fermo restando che Windows 8.x secon le mie impressioni, è più veloce e snello rispetto a Seven, resto dell'idea che la sua interfaccia grafica, così come le mutilazioni lato configurazione, siano al limite dell'accettabile.

Fossi nei panni di una azienda che deve cambiare il parco macchine, inizierei a valutare l'opzione Windows 9 cercando anche di capire cosa offre. La legge richiede la dismissione entro sei mesi dei sistemi operativi e applicativi che hanno raggiunto la fine del ciclo di aggiornamenti. Si profila quindi un ottobre di fuoco per molte realtà, specie la PA che usa, ahimé, in modo massiccio i prodotti MS.

Spero ardentemente che Windows 9 offra una GUI che non richieda formazione locale per la schiera di cariatidi che lavorano in maniera bovina con le postazioni. Il solo fatto che non avranno più un pulsante START e altre funzioni dove si aspettano di trovarle, renderà un inferno la vita di chi svolge help desk.
Con tutto il cuore, stramaledico chi ha stravolto la GUI di Windows senza offrire la possibilità di un fall back. Per i bambinotti di 11 anni che usano il PC a casa può andar bene, ma per un impiegato di 50 anni (e sono più di quanto immaginiate) che non ha tempo e voglia di imparare, è un errore di dimensioni madornali.
Staremo a vedere...
I :amore Sasha

Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da developerwinme »

Al3x ha scritto:...
Ho già espresso la mia opinione su Windows 8.1 in varie occasioni, e devo riconoscere che nel tempo ho capito che il mio punto di vista è sicuramente influenzato da una serie di fattori (di cui uno, il fatto di lavorare con tecnologie MS e tenermi aggiornato sul perché di certe scelte del team di sviluppo, lo hai anche citato) che lo rendono piuttosto personale, e magari poco condivisibile.

Detto questo, il tuo discorso non fa una grinza, e sono d'accordo con te: Windows 8 è stato sicuramente poco ragionato dal punto di vista del trasporto degli utenti verso le novità introdotte (e in alcuni casi si è sicuramente trattato di passi indietro, ma non in tutti: la nuova GUI ha sicuramente anche aspetti migliorativi rispetto a quanto presentava Windows 7); da allora è cominciata una rincorsa da parte di Microsoft ad aggiustare ciò che era stato digerito male (pulsante Start nuovamente presente, avvio sul desktop di default, introduzione di una guida contestuale all'uso, nuovi indicatori su come effettuare alcune operazioni comuni ecc...), e sicuramente Windows 8.1 Update è notevolmente più immediato da usare rispetto alla versione originale (8.0).

Sono d'accordo con te anche riguardo al fatto che neanche Windows 8.1 Update offre una migrazione senza difficoltà da Windows 7 (oltre a portarsi dietro, un po' come Vista, il titolo di "fiasco e prodotto da evitare"), e per questo mi auguro che al più presto venga rilasciato "Windows 9", e che, pur non buttando 5 anni di evoluzione nell'ambito GUI, mitighi i problemi ancora presenti per chi non è così incline al cambiamento (e non è una critica) quanto posso essere io o altri.
Purtroppo si parla di Aprile 2015, stando alle ultime fonti, quindi probabilmente in ritardo per la PA, ma si parla anche di update facoltativo gratuito e indolore anche da chi ha Windows 7, quindi forse non tutto è perduto in questo senso.

EDIT: Ho spostato il "Circolo degli informatici", lasciando un puntatore anche in "Microsoft Windows": mi sembra la scelta più opportuna. ;)
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

[Claudio]

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da [Claudio] »

Al3x ha scritto:Fossi nei panni di una azienda che deve cambiare il parco macchine, inizierei a valutare l'opzione Windows 9 cercando anche di capire cosa offre.
Fossi nei panni di una azienda che deve cambiare il parco macchine e, soprattutto, fossi nei panni della P.A., valuterei, senza pensarci due volte, il totale abbandono di sistemi / prodotti Microsoft e l'adozione di sistemi e software open-source.

Detto che le prime (ma questo accade solo in Italia) non badano a questi aspetti (tanto, in linea generale, l'impresa italiana è "Stato-assistita"), e che la seconda (e anche questo accade solo in Italia) è "schiava" di una società (CONSIP) controllata dal Ministero Economia e Finanze che gestisce denaro pubblico e appalti .... Microsoft fa i salti di gioia e incassa.

Qui, prima di cambiare parco macchine e sistemi, è necessario "cambiare la testa".

Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da developerwinme »

[Claudio] ha scritto: il totale abbandono di sistemi / prodotti Microsoft e l'adozione di sistemi e software open-source.
Su questo punto sarei curioso, non avendo alcuna esperienza in merito, di sentire l'opinione di qualcuno che effettivamente lavora in aziende/PA, se ha avuto modo di provare cosa offrono le due alternative a livello di sistemi server, gestione di domini e simili ecc...

Lo dico perché al momento si sa come lavora la versione closed-source (Microsoft) della piattaforma per aziende/PA, ma non ci sono esempi di rilievo (correggetemi se sbaglio) di distribuzione su larga scala del corrispettivo open-source (parentesi: quale è il corrispettivo open source?): al di la del costo delle licenze e di tutte le problematiche correlate, si ha/avrebbe effettivamente un miglioramento?
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

[Claudio]

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da [Claudio] »

@Marco, tecnicamente non sono in grado di risponderti, però in favore di chi legge, qualora intendesse approfondire un tema che ritengo interessante, suggerisco la lettura di questo ebook: SOFTWARE OPEN-SOURCE E P.A..

Come al solito, è la mancanza di norme chiare e la mancata adesione alle norme europee a complicare le cose; mi sembra evidente che gli interessi (economici) che si muovono dietro la questione siano enormi e sono il principale ostacolo al cambiamento.

Avatar utente
Ganondolf
Livello: Disco fisso (9/15)
Livello: Disco fisso (9/15)
Messaggi: 678
Iscritto il: mar gen 28, 2014 10:51 am
Località: Mestre

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da Ganondolf »

Con Linux le soluzioni sono molteplici, sia a pagamento con supporto tecnico, sia gratuite, sia ibride (ad esempio installando una distribuzione con supporto tecnico sui server, e la distribuzione derivata gratuita sui pc desktop).
Le due basi principali sono Red Hat e SUSE:
- Red Hat Enterprise Server/Desktop (versione commerciale tramite sottoscrizione, cicli di vita lunghi), CentOS (gratuito ma destinato ad utenti business, compilato dai sorgenti di Red Hat), Fedora (gratuito, destinato agli utenti personal, tensting ground di Red Hat).
- SUSE Linux Enterprise Server/Desktop (versione business), OpenSUSE (versione personal).

Avatar utente
Al3x
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3992
Iscritto il: mer mag 01, 2013 12:59 pm
Località: http://127.0.0.1

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da Al3x »

developerwinme ha scritto: Su questo punto sarei curioso, non avendo alcuna esperienza in merito, di sentire l'opinione di qualcuno che effettivamente lavora in aziende/PA, se ha avuto modo di provare cosa offrono le due alternative a livello di sistemi server, gestione di domini e simili ecc...
Se si escludono i domain controller e altri servizi di rete interni, nella PA i server applicativi in moltissimi casi non sono Microsoft.
developerwinme ha scritto: Lo dico perché al momento si sa come lavora la versione closed-source (Microsoft) della piattaforma per aziende/PA, ma non ci sono esempi di rilievo (correggetemi se sbaglio) di distribuzione su larga scala del corrispettivo open-source (parentesi: quale è il corrispettivo open source?)
è un discorso che ho già affrontato in altre occasioni ma lo ribadisco perché è una questione culturale e... repetita iuvant :mrgreen:

- E' ora di farla finita con le suite di produzione locale (i vari Office & C) prediligendo un approccio server centrico dove la quasi totalità delle funzioni amministrative DEVE essere centralizzata. L'uso di applicazioni stand alone dovrebbe essere limitato al minimo!

- Non esiste che l'impiegato tal de tali dell'ufficio X abbia pratiche importanti salvate sul suo desktop e che, in caso di ferie o malattia, possa appellarsi alla privacy impedendo che si acceda ai dati del suo profilo in sua assenza. E' assurdo che documenti e dati importanti siano memorizzati su hard disk da supermercato mentre invece dovrebbero essere integrati all'interno di appositi gestionali disponibili a tutti H24 e ospitati da sistemi ad HA.

- E' assurdo che si paghino milioni di euro in licenze per colpa di applicativi (e dell'ottusità del legislatore) che detengono il monopolio basato sui formati proprietari. La comunità europea dovrebbe imporre l'uso di formati liberi e facilmente utilizzabili da tutti! Basta con i doc, gli apr o dwg di turno, i documenti dei e per i cittadini devono poter essere letti indifferentemente da una postazione con Windows, MacOS, Android, iOS o GNU/Linux.

Se questi punti fondamentali venissero presi come base di partenza, le postazioni dei lavoratori della PA sarebbero dei semplici terminali che non hanno bisogno di antivirus e necessità impellente di andare su internet. Le banche dati dovrebbero essere interconnesse tramite la SPC (altro fallimento) invece di far girare le persone da un ufficio all'altro per ottenere informazioni e documenti sbocconcellati e sparpagliati ovunque nella macchina amministrativa pubblica.
Altroché preoccuparsi di quale OS mettere nei PC degli impiegati...
I :amore Sasha

Avatar utente
developerwinme
Livello: Workstation (10/15)
Livello: Workstation (10/15)
Messaggi: 1319
Iscritto il: mer mag 01, 2013 1:35 pm
Località: Como
Contatta:

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da developerwinme »

Grazie a tutti per le risposte. :)
Al3x ha scritto:postazioni dei lavoratori della PA sarebbero dei semplici terminali che non hanno bisogno di antivirus e necessità impellente di andare su internet
Veramente ancora siamo così lontani da una situazione del genere? Credevo che passi avanti si fossero fatti negli ultimi anni. Siamo nel 2014, accidenti! :evil:
Al3x ha scritto:Se si escludono i domain controller e altri servizi di rete interni, nella PA i server applicativi in moltissimi casi non sono Microsoft
Mi riferivo proprio ai servizi "di base" come gestione del dominio, autenticazione ecc...: per quelli esistono soluzioni consolidate non Microsoft? (Redhat&co. assolvono anche a compiti di questo tipo, e sono interoperabili con Windows, o no?)
Al3x ha scritto:- E' ora di farla finita con le suite di produzione locale (i vari Office & C) prediligendo un approccio server centrico dove la quasi totalità delle funzioni amministrative DEVE essere centralizzata. L'uso di applicazioni stand alone dovrebbe essere limitato al minimo!
- Non esiste che l'impiegato tal de tali dell'ufficio X abbia pratiche importanti salvate sul suo desktop e che, in caso di ferie o malattia, possa appellarsi alla privacy impedendo che si acceda ai dati del suo profilo in sua assenza. E' assurdo che documenti e dati importanti siano memorizzati su hard disk da supermercato mentre invece dovrebbero essere integrati all'interno di appositi gestionali disponibili a tutti H24 e ospitati da sistemi ad HA.
Su questi primi due punti siamo assolutamente d'accordo! Pensavo ci si fosse già mossi in questo senso. :o

Sull'ultimo punto condivido in pieno nuovamente, aggiungendo solo il fatto che il formato DOCX (e le relative controparti per Excel, PowerPoint ecc...) è effettivamente un formato standardizzato aperto (inoltre Office 2007 e successivi supportano ODT e soci), per quello che conta (immagino che nella PA le versioni di Microsoft Office post-2003 siano cosa rara).

Che il quadro della PA italiana fosse non ottimale lo credevo già prima, ma che non si sia ancora riuscito a fare passi avanti mi lascia davvero sorpreso e deluso. :(
Marco Adriani
developerwinme.wordpress.com

Avatar utente
hashcat
Livello: Storage Area Network (12/15)
Livello: Storage Area Network (12/15)
Messaggi: 1946
Iscritto il: gio mag 02, 2013 4:13 pm

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da hashcat »

@Al3x
Post interessante.
Se ho capito correttamente suggerisci di sostituire le postazioni desktop tradizionali con quelle del tipo thin client che demandano l'elaboarazione (e la memorizzazione) dati ad un server centralizzato, giusto?
“The quieter you become, the more you can hear”

Avatar utente
Cris
Livello: DVD-ROM (5/15)
Livello: DVD-ROM (5/15)
Messaggi: 179
Iscritto il: mer apr 30, 2014 11:01 pm

Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da Cris »

Al3x ha scritto:
- E' assurdo che si paghino milioni di euro in licenze per colpa di applicativi (e dell'ottusità del legislatore) che detengono il monopolio basato sui formati proprietari. La comunità europea dovrebbe imporre l'uso di formati liberi e facilmente utilizzabili da tutti! Basta con i doc, gli apr o dwg di turno, i documenti dei e per i cittadini devono poter essere letti indifferentemente da una postazione con Windows, MacOS, Android, iOS o GNU/Linux.
hashcat ha scritto:@Al3x
Post interessante.
Se ho capito correttamente suggerisci di sostituire le postazioni desktop tradizionali con quelle del tipo thin client che demandano l'elaboarazione (e la memorizzazione) dati ad un server centralizzato, giusto?
Concordo! Però oggettivamente oggi qualche disagio c'è e, non solo con P.A.. In primis proprio con office (con i vari docx e relative controparti Excel...), perchè se i PC ne erano dotati sin dall'origine nel sistema Cloud no. E' un dato di fatto che la maggioranza dei file gira in quel formato, e il visualizzatore office non basta......
Inoltre ci sono software (rilasciati proprio dalla P.A.) che funzionano solo in locale, non usano posizioni virtuali e non leggono cartelle virtuali, e non se ne parla di cambi......
.... Magari ci fosse un'imposizione dalla Comunità Europea con ...."a far data da...." !!! :yes :yes
Sempre! Che parola terribile. Quando la sento mi fa venire i brividi. :fiu

System
System
Bot ufficiale TurboLab.it
Bot
Messaggi:
Iscritto il: sab dic 31, 2016 6:19 pm
Contatta: Contatta

Re: Re: Microsoft stabilisce la fine del supporto su Windows 7.

Messaggio da System » mar lug 15, 2014 7:27 pm


Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio