Continua a crescere a ritmi sostenuti l'eCommerce in Italia, che secondo le stime previsionali dovrebbe chiudere il 2017 con un ulteriore incremento di 16 punti percentuali rispetto all'anno scorso, portando il totale del volume d'affari a 23,1 miliardi di euro. Gli italiani stanno apprezzando questa opportunità di fare acquisti online e iniziano a sperimentare lo shopping in settori meno tradizionali.

Italia, eCommerce continua crescita due cifre

L'eCommerce sembra aver definitivamente conquistato gli italiani, che ormai sempre con maggiore frequenza scelgono di effettuare acquisti online, diversificando inoltre le operazioni e andando a scoprire anche nuovi segmenti del mercato digitale. È la sintesi dello scenario evidenziato dall'ultimo aggiornamento realizzato dall'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm-School of Management del Politecnico di Milano, che ha fatto anche i conti in tasca al fenomeno.

Aumentano gli acquisti. In particolare, secondo le stime la tendenza netta è alla crescita continua: le previsioni sul 2017, infatti, parlano di un ulteriore incremento del giro di affari, che a fine anno dovrebbe segnare un +16% rispetto ai dati complessivi del 2016, totalizzando in termini numerici un fatturato di 23,1 miliardi di euro. Ancora trend a doppia cifra, quindi, grazie soprattutto alle buone performance di settori innovativi degli acquisti online come food & grocery, arredamento & home Living, assicurazioni, ma anche alla conferma di segmenti di mercato come turismo, informatica ed elettronica di consumo.

I prodotti raggiungono i servizi. Secondo i tecnici milanesi, inoltre, c'è un altro fattore che non bisogna sottovalutare: rispetto al passato, gli italiani si stanno "appassionando" agli acquisti attraverso eCommerce e non si orientano più soltanto a servizi. Nel 2017, infatti, è prevista una crescita della spesa relativa a prodotti pari al 25%, tre volte superiore dell'incremento della spesa in servizi: alla fine di quest'anno, se le stime saranno confermate, per la prima volta nella pur breve storia dello shopping online in Italia, il mercato dei prodotti raggiungerà il volume complessivo di quello dei servizi, appaiati a quota 11,5 miliardi di euro.

L'eCommerce di prodotti innovativi. In totale, il peso dell’e-commerce sull'ammontare generale degli acquisti retail degli italiani raggiungerà il 5,6%. A contribuire all'importante "pareggio" è anche l'aumento della spesa per prodotti necessari ad attività professionali e hobbistiche, ambito innovativo che sta dimostrando parecchia vitalità e in cui il sito giffimarket.com guida le nuove tendenze, offrendo a tutti prodotti a prezzi accessibili.

Una trasformazione delle abitudini. Ma non è più soltanto il risparmio a spingere verso le soluzioni online: il presidente di Netcomm Roberto Liscia spiega infatti che è in atto "un cambiamento sistemico di acquisto e offerta che coinvolge alcuni fattori importanti del commercio elettronico". Secondo Liscia, oggi il digitale non è semplicisticamente il futuro, ma una realtà che invade moltissimi aspetti della vita quotidiana del consumatore: basta riflettere sul fatto che " 2016 sono stati acquistati nel mondo beni e servizi online per circa 2.600 miliardi di euro, registrando una crescita del 17% rispetto al 2015" e che "i consumatori che acquistano online hanno raggiunto la quota di 1,4 miliardi. In questo contesto in continua evoluzione la chiave del successo competitivo è creare un’esperienza di unified commerce dove online e offline e i diversi device si mescolano in un nuovo ecosistema esperienziale”.

Una famiglia su due compra online. In Italia stiamo assistendo concretamente a questa trasformazione: soltanto nel primo trimestre del 2017 c'è stato infatti un balzo in avanti dei consumatori tricolore che hanno acquistato online, passati dai 18,7 milioni dello scorso anno a 20,9 di questa primavera. Inoltre, secondo gli studi già 12,2 milioni di famiglie italiane (oltre la metà del totale) hanno adottato lo shopping digitale come modalità di routine quotidiana.