Come contrastare l'ascesa di Spotify e degli altri servizi di streaming, sia video che audio? Deve essere una delle domande che si sono posti i vertici di YouTube negli ultimi mesi e che hanno prodotto due delle ultime novità lanciate dal sito di proprietà di Google in questo mese di settembre.

YouTube rilancia: babyTv ed eventi esclusivi

Chi ha fatto successo con YouTube

Negli ultimi anni la piattaforma di video più famosa del mondo è stata soprattutto la "casa" di youtuber e teatro di sperimentazioni, creando dei veri e propri "fenomeni" di marketing, anche autopromozionale: soltanto in Italia, basta citare il nome di Rovazzi o Willwoosh o Frank Matano per riconoscere alcuni dei personaggi oggi famosi che hanno debuttato grazie al Web, dando poi il via a un nuovo business, che oggi trova in siti come comprare-visualizzazioni-youtube.com dei riferimenti per chi vuole iniziare una attività in questo settore.

L'evento con sir Paul

Per contrastare però il lieve calo di utenti e, soprattutto, l'ascesa di avversari agguerriti come Spotify, la piattaforma del colosso di Mountain View ha in serbo una serie di colpi, anticipati da un evento decisamente unico: lo scorso 7 settembre YouTube infatti ha "ospitato" un concerto live di Paul McCartney, che si è esibito dalla Grand Central Station New York per presentare alcuni pezzi del suo ultimo album di McCartney, Egypt Station, insieme ad altri pezzi storici della leggendaria carriera dell'artista britannico.

McCartney in diretta YouTube

Già negli anni passati YouTube aveva accolto big della musica di enorme successo e fama (citiamo velocemente Bon Jovi, Kanye West, U2 e Bruce Springsteen), ma l'accordo con l'ex Beatles rappresenta senz'altro una notizia di primo ordine, che ha fatto segnare un record di visualizzazioni e di accessi al sito, che è riuscito a sottrarre il “Paul McCartney – LIVE FROM NYC" a canali considerati più convenzionali.

Doppia strategia

In questo modo, la piattaforma digitale ha offerto agli utenti un contenuto di sicura ed estrema qualità, ma soprattutto si è proposta agli inserzionisti di tutto il mondo che cercavano opportunità e spazi appetibili per raggiungere il proprio target, e i risultati hanno dato ragione a YouTube: il video dell'evento ha raccolto 2 milioni di visualizzazioni in meno di una settimana di permanenza online, mentre la diretta è stata seguita da centinaia di migliaia di persone.

Un'app per i bambini

L'altra novità che riguarda il sito fondato il 14 febbraio 2005 è il lancio di YouTube Kids, una funzionalità che ha fatto il suo debutto in Italia nei giorni passati: si tratta di una versione più "edulcorata" della piattaforma pensata per rendere i video più adatti alle famiglie e soprattutto ai bambini. In pratica, l'applicazione consente ai genitori di monitorare meglio i contenuti che i bambini guardano, attraverso la creazione di un massimo di otto profili in cui inserire preferenze di visualizzazione, video consigliati e impostazioni, bloccano video e canali che sono ritenuti poco adatti ai piccoli.

Uno YouTube per i piccoli

Nella versione italiana ci sono in primo piano contenuti storici della tv per bambini, come le canzoni del mitico Zecchino d’Oro o le filastrocche di Coccole Sonore, ma ci sono anche i video delle avventure della fate del Winx e quelli più recenti di Lego Ninjago.