Cosa succede di strano nel computer? Perché si riavvia sempre? Perché lo spegnimento è tanto lento? Tante domande e le risposte le potreste trovare nel Visualizzatore eventi di Windows.

Nel Visualizzatore eventi di Windows possiamo trovare traccia di tutto quello che è successo nel nostro sistema operativo, dal momento in cui accendiamo il computer sino a quando lo spegniamo. Possiamo quindi cercare, non è detto che riusciamo poi a trovarlo e capirlo, i motivi di un blocco del sistema operativo, un riavvio improvviso, la mancata installazione di un programma e tanto altro.

Non è per niente facile leggere, e capire, la grande quantità di dati e eventi che si trovano nel visualizzatore, però quando avete un problema strano al computer è sicuramente una delle prime cose da consultare, magari facendovi aiutare da persone esperte.

Per avviare il Visualizzatore eventi potete farlo dall’Esegui di Windows inserendovi il comando eventvwr.exe, oppure dal Pannello di controlloStrumenti amministrazioneVisualizzatore eventi. Una volta avviato impiegherà alcuni secondi per raccogliere tutti i dati, al termine si presenterà con una schermata di riepilogo simile a questa.

med

Nei Registri di Windows ci sono alcune categorie (potrebbero essercene anche delle altre): Applicazione, Sicurezza, Installazione, Sistema e Eventi inoltrati, qui vi troverete tre tipi di eventi, gli Errori, gli Avvisi e le Informazioni. Cliccando nei vari tab presenti nella parte alta possiamo ordinare i vari eventi in base alla caratteristica scelta.

Le due categorie, in genere, più utili per la ricerca degli errori sono Applicazione e Sistema.

Tutti gli eventi classificati con Errore sono quelli da analizzare con maggiore attenzione, di alcuni potreste anche non esservene mai accorti e anche lasciandoli stare continuare a lavorare lo stesso tranquillamente, altri potrebbero essere sintomo di cose più gravi e da risolvere in fretta; gli Avvisi indicano un evento da controllare, ma non necessariamente un problema grave; le Informazioni sono solo indicazioni di qualche evento andato a buon fine, magari l’installazione di un driver o un aggiornamento di Windows riuscito.

med

Ma se vogliamo, o dobbiamo, risolverli clicchiamoci sopra e andiamo a leggere meglio i dettagli del problema.

med

Per ogni errore, come quello appena mostrato, ci interessano, in particolare, l’ID evento e l’origine. Quindi una ricerca da fare su Google, che ci mostri delle possibili soluzioni al problema, è questa id event 10010 dcom. Per affinare ulteriormente la ricerca, potreste inserire anche il vostro sistema operativo per ottenere risultati più specifici.

Se l’errore si manifesta in momenti ben precisi, magari allo spegnimento/accensione del computer, potete ordinare gli eventi in base alla data e ora in modo da poter ricercare meglio il problema.

med

Se l’errore si manifesta in modo casuale, e vi trovate di fronte a troppi errori per poterci capire qualcosa, potete sempre cancellare il contenuto del registro in modo da ripartire da zero e ricominciare la raccolta degli eventi.

E’ possibile salvare una copia del registro prima di cancellarlo, il backup può essere richiamato in seguito e importato (Apri registro salvato) per essere consultato e confrontato con i nuovi eventi registrati.

med

Si possono poi creare delle visualizzazioni personalizzate in cui scegliere solo determinati eventi e livelli d’errore.

med