Arriverà mai un giorno in cui i robot potranno essere scambiati per esseri umani? C'è ancora molta strada da percorrere in tal senso, ma nel frattempo un team di scienziati ha creato una tecnologia che consente ai robot di sudare, così da mantenere fresca la loro temperatura corporea

mano robotica può sudare - 2020-01-29-ts3_thumbs-9d2

I ricercatori, che hanno pubblicato i risultati del loro studio su Science Magazine, hanno costruito una mano a base di idrogeno morbido, quindi hanno ricoperto ogni dito della mano robotica con uno strato dorsale in poliacrilammide microporosa, che contiene pori sensibili alla temperatura.

A basse temperature, i pori rimangono chiusi, ma quando un dito (o parte di esso) diventa troppo caldo, i pori si dilatano, consentendo all'acqua immagazzinata all'interno di gocciolare sotto forma di "sudorazione localizzata".

L'idea è sicuramente impressionante, ma viene da chiedersi quanto sia efficace questa forma di raffreddamento. Secondo i ricercatori, la sudorazione ha permesso ai loro robot di mostrare un "aumento del 600% nella velocità di raffreddamento" (circa 39,1 gradi Celsius al minuto) rispetto a dispositivi simili privi della possibilità di "sudare".

Inoltre, si è visto che questo tipo di sudorazione consente un raffreddamento ancora migliore di quello che si può riscontrare nei "migliori sistemi animali", sebbene ciò comporti un costo in termini di "riduzione temporanea" dell'efficienza operativa del robot.

La ricerca è molto tecnica e così complessa da essere fuori dalla nostra portata, ma ci dà una panoramica di ciò che gli scienziati specializzati in robotica sono stati in grado di realizzare. E alla luce di questi risultati, un futuro in cui i robot vivono a stretto contatto con gli umani e si sostituiscono ad essi non sembra neanche troppo lontano.

» Leggi: L'Intelligenza Artificiale svuota il conto di un'azienda britannica

» Leggi: L'Intelligenza artificiale di Google diagnostica il cancro al seno meglio dei medici