Facendo seguito a quanto abbondantemente preannunciato, Google ha presentato ufficialmente martedì 4 ottobre 2016 i nuovi smartphone Android della famiglia "Nexus". La prima rivoluzione sta proprio nel nome: da quest'anno si parla infatti di "Pixel", non più di "Nexus", anche se la sostanza non cambia. Siamo infatti davanti a due apparecchi con specifiche tecniche da top di gamma, motorizzati da Android 7.1 nella sua declinazione più pura e con la garanzia di aggiornamenti tempestivi per almeno 2 anni. L'unica delusione è il prezzo, che rimane davvero elevato.

Sono arrivati nuovi Nexus! Google presenta Pixel Pixel XL

I due smartphone condividono gran parte della scheda tecnica, a partire dalla scocca in metallo che conferisce un aspetto davvero "premium".

Sotto al cofano troviamo la CPU più veloce di casa Qualcomm: Snapdragon 821, quad-core a 2.4 GHz. Si tratta di una revisione del più popolare 820 che si limita ad incrementare la frequenza rispetto ai 2.15 GHz del predecessore. La GPU è Adreno 530, mentre ben 4 GB costituiscono la dotazione di RAM. Specifiche e velocità ai vertici della classifica, insomma.

Lo storage può essere da 32 o 128 GB. Niente opzione da 64 GB, e nemmeno lettore micro SD.

La camera principale è da 12.3 Megapixel senza stabilizzatore ottico (OIS), ma potenziata da alcune funzioni software fra le quali spiccano Smartburst -scatti multipli fra i quali l'app seleziona automaticamente il migliore- o HDR+ per l'ottimizzazione dei colori e il bilanciamento della luce. Google ne ha parlato senza mezzi termini come "la miglior fotocamera mai vista su uno smartphone". I test indipendenti condotti da DxOMark sembrano confermarlo: Pixel è infatti il primo smartphone in assoluto ad aver ricevuto un punteggio di "89", superiore a titani quali iPhone 7 (86 punti) e Falaxy S7 Edge (88) . La fotocamera frontale è invece una rispettabilissima 8 Megapixel.

Il display impiega tecnologia AMOLED ed è protetto da vetro Gorilla Glass 4.

È ovviamente supportata la connettività 4G/LTE, così come Wi-Fi sino al più recente 802.11ac.

Il sistema operativo preinstallato è già l'ultimissima versione: Android 7.1, dotato dell'assistente vocale Google Assistant (evoluzione della precedente Google Now) e della capacità di installare automaticamente gli aggiornamenti in background, senza le interminabili operazioni di "ottimizzazione" al riavvio viste fino ad ora.

Il più piccolo dei due telefoni, chiamato solamente "Pixel", ha uno schermo da 5" a 1080 x 1920 pixel (full HD, 1080p) ed una batteria da 2.770 mAh. Prezzo di listino: 649 $ (prezzo in euro per l'Italia non ancora annunciato) per la versione da 32 GB, 749 $ per quella da 128 GB.

Il più grande si chiama invece "Pixel XL": la maggiorazione si nota nel display da 5.5" da 1440 x 2560 pixel (quad HD, 1440p), nella batteria da 3.450 mAh e nel prezzo di listino: 769 $ per 32 GB, 869 $ per 128 GB.

Incluso nel pacchetto troviamo spazio illimitato su Google Photos, per salvare gratuitamente scatti e filmati alla massima risoluzione.

Entrambi i Pixel sono inoltre compatibili con la tecnologia "Daydream View": inseriti nell'apposito visore (venduto separatamente) permettono quindi esperienze di Realtà virtuale (VR) di ultima generazione.

Sono arrivati nuovi Nexus! Google presenta Pixel Pixel XL - Snow_Slate_Crimson.width-1000

I pre-ordini sono già aperti per alcuni territori, mentre nulla ancora si sa in merito alla disponibilità in Italia.

Dal negozio virtuale Google Store sono già spariti i riferimenti ai "vecchi" Nexus 5X e Nexus 6P. Mentre i contenuti aggiornati tardano ad arrivare, i più impazienti possono accedere direttamente alla pagina.

I nuovi apparecchi si affacciano dunque sul mercato con caratteristiche e prezzi da veri "flagship". Le carte in regola per rivaleggiare al vertice ci sono tutte ma, d'altro canto, la scelta conferma in maniera definitiva la volontà di Googe di interrompere la politica "alta qualità, prezzi bassi" tramite la quale aveva incentivato la linea Nexus sino al 2014.

Chi cercasse smartphone a prezzi più accessibili può consultare l'articolo Il miglior smartphone Android, autunno 2016 - Guida mercato 80-400 €. I precedenti Nexus 5X e 6P, in particolare, dovrebbero presto scendere ulteriormente di prezzo proprio grazie alla disponibilità dei successori, rafforzando il giudizio "best buy" già espresso.