Alle ore 9 del 3 novembre 2020, sull'applicazione appositamente predisposta dal Ministero dell'Ambiente, partirà la procedura per inoltrare la richiesta del buono mobilità o per ottenere il rimborso del costo di biciclette e monopattini già acquistati dal 4 maggio al 2 novembre di quest'anno

Come richiedere rimborso bonus mobilità bici monopattini. Click day 3 novembre - IMG_20160828_101327

Sul sito del Ministero dell'Ambiente si trovano tutte le istruzioni da seguire per ottenere il rimborso degli acquisti già effettuati o per accaparrarsi il cosiddetto buono mobilità, un contributo pari al 60 % della spesa sostenuta (ma comunque in misura non superiore a 500 euro!) per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway) oppure per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture (si tratta dei c.d. servizi di “sharing mobility”, es. scooter sharing, bike sharing, fruibili in numerose città d’Italia).

Chi avrà acquistato un bene o servizio di mobilità previsto dal decreto fino al giorno prima dall’attivazione dell’applicazione web riceverà il rimborso con un bonifico. Chi non l'avrà ancora fatto, invece, otterrà un “buono mobilità” da consegnare al negoziante, il quale sarà poi rimborsato dal Ministero.

In ogni caso, sia per chi ha già acquistato, sia per chi intende acquistare un bene o un servizio di cui sopra, l’applicazione www.buonomobilita.it sarà operativa a partire dalle ore 9.00 del 3 novembre.

RIMBORSO DI BICI E MONOPATTINI GIà ACQUISTATI

Qualora il cittadino abbia già acquistato una bici o un monopattino, sarà il cittadino stesso ad essere direttamente rimborsato del 60% della spesa già sostenuta (dal 4 maggio al 2 novembre) mediante bonifico.

Per ottenere il contributo (che in questo caso è un rimborso vero e proprio), è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura o altra documentazione commerciale valida ai fini fiscali di cui al D.M. 7 dicembre 2016, pubblicato nella GURI del 29 dicembre 2016, n. 303) e allegarlo all'istanza da presentare mediante l'applicazione web.

buono spesa per le bici e i monopattini da acquistare

Diversamente, per gli acquisti che verranno effettuati dal 3 novembre in poi, scatterà la possibilità di ottenere una sorta di buono spesa (il c.d. buono mobilità), che funzionerà come un voucher sconto.

In questo caso, il cittadino pagherà al negoziante solo il 40% della spesa e sarà poi il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60% dallo Stato. I buoni spesa dovranno essere utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento.

aFFRETTATEVI, PERCHé CHI PRIMA ARRIVA, MEGLIO ALLOGGIA!

Il tempismo sarà fattore fondamentale per ottenere il rimborso del 60% della spesa effettuata o il buono spesa da massimo 500 euro.

Non conterà infatti la data dell’acquisto, bensì l’ordine cronologico di inserimento della domanda, perché l'iniziativa - si legge sul sito del Ministero - avverrà nei limiti delle risorse disponibili.

Tutto ciò considerato, è molto probabile che il sito venga preso d’assalto da chi ha già effettuato l’acquisto ed intende ora beneficiare del rimborso promesso, con il rischio che si verifichi lo scenario che ha caratterizzato già altri click day legati a vari bonus Covid-19.

» Leggi: Sito INPS non funziona: boom di accessi per richiedere PIN e bonus di 600 €

Nel caso di malfunzionamenti nell’inserimento delle domande di bonus bici, sarà possibile richiedere assistenza contattando il Ministero dell’Ambiente al numero 0657221 o 0657225722 (Ufficio Relazioni con il Pubblico del Ministero). Sempre sperando che le linee non siano intasate e che qualcuno riesca a rispondervi!