Prima o poi capita a tutti che l'hard disk del portatile si rompa. Ma... quale modello acquistare per sostituirlo? e mentre selezioniamo i componenti per assemblare un nuovo PC fisso, quale SSD scegliere? nel corso delle mie ricerche mi sono imbattuto in molti prodotti obsoleti o qualitativamente discutibili, a fianco di altri dai prezzi ingiustificatamente elevati. Questi sono i migliori SSD e hard disk che ho individuato.

Articolo aggiornamento con le raccomandazioni per la primavera/estate 2017.

Il miglior SSD che posso comprare: Samsung SSD 850 EVO (250 GB) - 102 €

La primissima scelta, quella che raccomando a tutti, in quanto a disco fisso per notebook e PC ricade su Samsung SSD 850 EVO (minisito)

Guida acquisto: miglior SSD/disco fisso (sostitutivo) notebook (primavera/estate 2017)

Si tratta di un disco allo stato solido (SSD) che garantisce un livello prestazionale drasticamente più elevato rispetto a qualsiasi disco fisso (HDD) tradizionale: la velocità massima è di 500 MB/s, ovvero un ordine di grandezza (10 volte) superiore rispetto ai dischi a piatti rotanti.

Non è il più veloce in assoluto, ma si posiziona molto bene se paragonato alla concorrenza nella stessa fascia di costo. Certo, le edizioni rivolte al mercato professionale risultano più veloci, ma la nostra scelta è ampiamente vincente come rapporto prezzo/prestazioni.

Ha l'interfaccia detta SATA 3 (il cui nome corretto sarebbe SATA revision 3.0) da 6 Gbit/s (600 MB/s): di conseguenza, rende al meglio su Ultrabook e altri notebook relativamente recenti... ma funziona benissimo anche su qualsiasi portatile realizzato negli ultimi 10 anni (SATA 2 e persino SATA 1).

I più attenti noteranno che monta celle di tipo TLC ma, come già ampiamente discusso, questo non inficia sull'affidabilità: da specifiche, il produttore garantisce addirittura 5 anni d'uso in condizioni di stress intenso (41 GB/giorno).

Il taglio che consiglio è espressamente quello da 250 GB: sono più che sufficienti per contenere il sistema operativo, i programmi e tutti i dati importanti senza far decollare il prezzo.

» Samsung SSD 850 EVO (250 GB) su Amazon

In caso non fosse disponibile, SSD Crucial MX300 275 GB (minisito) rimane un'eccellente alternativa

Guida acquisto: miglior SSD/disco fisso (sostitutivo) notebook (primavera/estate 2017)

In passato, le iterazioni precedenti di questo prodotto sono state le nostre "prime scelte" grazie all'ottimo rapporto prezzo/prestazioni per molti anni. Oggi, però, Samsung ha scontato fortemente l'850 EVO, portandolo grossomodo in parità con la soluzione Crucial. Considerando che il concorrente offre qualcosina di più in termini prestazionali, MX300 passa sul secondo gradino del podio, nonostante offra 25 GB di spazio in più.

Bene inteso: rimane un prodotto veloce ed affidabile, ma la soluzione Samsung è, in questo momento, superiore nell'uso tipico notebook/desktop.

» SSD Crucial MX300 275 GB su Amazon

Il miglior SSD economico: SanDisk Plus SSD (240 GB) - 86 €

Se avete la necessità bruciante di risparmiare una ventina di euro, SanDisk SSD Plus (scheda) è il prodotto di fascia budget da acquistare

Guida acquisto: miglior SSD/disco fisso (sostitutivo) notebook (primavera/estate 2017)

Offre performance più modeste rispetto alla nostra raccomandazione principale, ma comunque più che buone per una configurazione senza troppe pretese e, comunque, siamo su un altro pianeta rispetto ai lentissimi dischi a piatti rotanti.

» SanDisk SSD Plus 240 GB su Amazon

Il miglior SSD da 500 GB: Samsung SSD 850 EVO (500 GB) - 162 €

Un SSD da 250 GB dovrebbe essere sufficiente un po' per tutti gli ambiti di impiego, magari affiancandolo con un economico hard disk a piatti rotanti su USB che, sebbene più lento, offre facilmente alcuni terabyte di spazio ad un prezzo irrisorio.

Se però avete la necessità di mantenere tutto quanto su SSD, dovete passare al taglio da 500 GB. Per i motivi già espressi, Samsung SSD 850 EVO (minisito) rimane la scelta migliore.

In questo momento, il taglio da 500 GB non è penalizzante nemmeno come rapporto €/gigabyte che, al contrario, risulta persino leggermente più vantaggioso rispetto al taglio da 250 GB.

» Samsung SSD 850 EVO (500 GB) su Amazon

Per chi avesse la necessità di andare ancora più su, segnaliamo anche:

Il miglior SSD da 120 GB: SanDisk Plus SSD (120 GB) - 54 €

Arrivati all'anno 2017, sconsiglio l'acquisto di un SSD da 120 GB. Sebbene l'unità in sé costi molto poco, il prezzo al gigabyte è peggiorativo rispetto ai modelli da 250 GB, così come il livello prestazionale.

Se però volete spendere il meno possibile in senso assoluto e siete certi che non saturerete tanto presto la limitata capacità offerta, SanDisk SSD Plus (scheda) da 120 GB costa appena 54 € e vi permetterà di dare nuova vita anche ad un notebook di passata generazione, oppure rientrare perfettamente nel budget allocabile per una macchina di fascia economica.

» SanDisk SSD Plus 120 GB su Amazon

Per chi richiede più capacità: Seagate FireCuda (1 TB) - 77 €

Chi avesse l'assoluta necessità di mantenere dati ingombranti sul portatile ma non potesse permettersi il costo di un SSD a capacità tanto elevata, troverà in Seagate FireCuda (minisito) uno dei migliori prodotti della categoria

Guida acquisto: miglior SSD/disco fisso (sostitutivo) notebook (primavera/estate 2017) - seagate firecuda hdd

Cominciamo dicendo che, quando la decisione è di acquistare un disco fisso a piatti rotanti e non un più veloce SSD, l'unico motivo sensato è la ricerca di maggior capacità. Ne consegue che scendere sotto 1 TB ha poco senso: i prezzi per singolo GB dei tagli inferiori sono più alti e, inoltre, comprare 750 GB oppure 500 GB riduce drasticamente il vantaggio in termini di capacità che vi ha spinti a rinunciare ad un SSD.

Allo stesso tempo, siamo nell'era dello storage veloce e discostarsi troppo dalle prestazioni di un SSD significa rinunciare ad una maggiore reattività del sistema e a tanti altri benefici.

Per questi motivi, il modello che raccomando per questa specifica necessità è Seagate FireCuda. Si tratta di un ibrido fra hard disk tradizionale e SSD: monta piatti rotanti e offre buone capacità come i primi, ma ha una porzione di SSD (invisibile all'utente) utilizzata per accelerare le operazioni di accesso ai dati, il tutto nello stesso involucro. La penalità rispetto ad un disco allo stato solido "puro" è innegabile, ma lo è anche l'avanzamento rispetto ad un disco "classico".

Stiamo parlando di un eccellente disco fisso per notebook con capacità pari a 1 TB oppure 2 TB. I piatti girano a soli 5.400 RPM, caratteristica che rende FireCuda potenzialmente inferiore rispetto ai modelli da 7.200 RPM. In realtà, il divario è ampiamente recuperato grazie a 128 MB di buffer e 8 GB di memoria NAND (la stessa impiegata dagli SSD).

Ha l'interfaccia SATA 3 da 6 Gbit/s (600 MB/s): sugli hard disk tradizionali non è importante (il disco stesso non riesce a raggiungere nemmeno i 150 MB/s in condizioni ideali), ma questo significa che è compatibile con qualsiasi portatile realizzato negli ultimi 10 anni, compresi quelli SATA 2 e persino SATA 1.

L'unico aspetto al quale prestare attenzione è lo spessore: questo modello è da 7 mm, quindi non entra sui più moderni Ultrabook che richiedano altezze di 5 mm.

» 1 TB: Seagate FireCuda T1000LX015 su Amazon

» 2 TB: Seagate FireCuda ST2000LX001 su Amazon