Ora disponibile: Windows 10 Fall Creators Update (1709)
4

Aggiornare Ubuntu: quali differenze fra apt-get update, apt-get upgrade e apt-get dist-upgrade? Il modo migliore è... zzupdate!

Qual è il comando corretto per aggiornare Ubuntu ed i suoi pacchetti? Che differenza c'è tra apt-get update e apt-get upgrade? Perché, probabilmente, apt-get dist-upgrade è la scelta migliore? Che confusione! La verità è che aggiornare Ubuntu da linea di comando richiede molteplici passaggi. Vediamo quali sono e presentiamo uno script realizzato da TurboLab.it che svolge automaticamente tutte le operazioni ottimali nell'ordine corretto

Leggi tutto...

0

Come aprire il terminale/Prompt dei comandi su Mac (macOS High Sierra)

Il Terminale di macOS permette di svolgere alcune operazioni importanti e, in determinate circostanze, accedere a funzioni non disponibili tramite l'interfaccia grafica. Vediamo dunque come aprire il Terminale su Mac

Leggi tutto...

5

Linux (Ubuntu) e sudo: come disabilitare la richiesta di password quando si eseguono comandi come root

Per evidenti ragioni di sicurezza, le distribuzioni Linux come Ubuntu ci chiedono di fornite la password ogni volta che desideriamo eseguire comandi con sudo ed i privilegi di root in una nuova finestra di terminale. Quando però dobbiamo svolgere questa operazione decine di volte al giorno, è perfettamente naturale avvertire un forte senso di fastidio! Vediamo allora come evitare che Linux (Ubuntu) ci chieda la password quando eseguiamo comandi con sudo nel terminale

Leggi tutto...

0

Guida: modificare i file di configurazione di Linux Ubuntu/CentOS da terminale è facile con "nano" (alternativa a "vi")

Se lavorate con Linux in un ambiente grafico, modificare i file di configurazione o gli altri documenti testuali è banale: basta aprire l'utility Editor di testo (o equivalente) dal menu oppure con gedit /percorso/file.txt per trovarsi davanti all'equivalente del "blocco note" (notepad) di Windows. Se però operate da una shell testuale (locale o tramite SSH), l'operazione è decisamente più ostica. Fortunatamente, però, non siamo più costretti ad arrenderci davanti alla difficoltà di vi: nano è un editor di testo per gli ambienti testuali facilissimo da usare anche per i neofiti

Leggi tutto...

0

Linux CentOS/Ubuntu: Modificare la cartella di lavoro predefinita del terminale (locale o via SSH)

Per impostazione predefinita, il terminale di Linux si apre automaticamente sulla cartella "home" dell'utente corrente. Ad esempio: se sono loggato con l'account "pippo", non appena aperta la shell testuale mi ritrovo in /home/pippo/, mentre se sono "pluto" sono posizionato in /home/pluto/. Anche quando si lavora con l'account "root" il percorso iniziale è la relativa home, solo che in questo caso si tratta di /root/. È una buona scelta di default, ma vi sono circostanze in cui sarebbe molto più pratico aprire il terminale di Linux e trovarsi immediatamente in una directory specifica: penso, ad esempio, a chi sviluppi pagine HTML/PHP e debba sistematicamente impartire cd /var/www/ subito dopo aver lanciato il terminale per entrare nella cartella dalla quale il server web Apache legge i file che compongono la web application, oppure ai sistemisti che inizino sempre la sessione con cd /etc/ per entrare nella directory con i file di configurazione della macchina. Fortunatamente, modificare la configurazione per aprire il terminale in una cartella "preferita" è molto semplice

Leggi tutto...

0

Come aprire il terminale di Ubuntu

Il terminale di Ubuntu, shell o interfaccia dei comandi che dir si voglia, vediamo come richiamarlo più velocemente da tastiera, come chiuderlo e cambiare la cambiare la combinazione dei tasti che lo attiva.

Leggi tutto...