Ora disponibile: Windows 10 1903, Aggiornamento di Maggio 2019
1

Utente derubato di 100.000 $ tramite SIM port attack: cos'è, come difendersi (video)

Un SIM port attack è un attacco che viene compiuto in vari step e che consiste nell'ottenere il pieno controllo della linea telefonica della vittima, poi del suo account di posta elettronica e, con essi, accedere a tutti i servizi online gestiti tramite l'indirizzo e-mail del malcapitato (conti bancari e account sugli exchange di criptovalute compresi). Il presente articolo descrive passo per passo le modalità di questo attacco, prendendo spunto dalla tragica esperienza di Sean Coonce, un ingegnere che a causa di questa truffa ha visto evaporare 100.000 dollari dal suo account Coinbase in poco più di 24 ore.

Leggi tutto...

0

False app di criptovalute su Google Play Store

E' dello scorso giorno la notizia secondo cui il Play Store ufficiale di Google avrebbe ospitato applicazioni malevoli, appositamente studiate per truffare gli utenti Android interessati al mondo delle criptovalute.

Leggi tutto...

7

Attenti allo skimming, il nuovo metodo per rubare i dati delle carte di credito on line

Se usi la carta di credito per i tuoi acquisti on line, da ora in poi devi essere ancora più guardingo del solito, perché esiste una nuova tecnica di furto denominata skimming che intercetta i dati della carta e prende di mira anche i siti più affidabili.

Leggi tutto...

0

Cobinhood dichiara la bancarotta dopo una raccolta di 3 milioni di dollari

L'exchange Cobinhood e la sua Fondazione Dexon hanno lasciato gli investitori a bocca asciutta con un'uscita di scena che sembra avere tutte le caratteristiche di una truffa.

Leggi tutto...

0

Mediaworld regala uno smartphone, ma è una truffa!

Sul sito ufficiale di MediaWorld è recentemente apparso un comunicato stampa, con cui la nota azienda leader nella vendita di elettrodomestici avvisa i clienti che è in corso una truffa online da parte di ignoti.

Leggi tutto...

0

Truffa OneCoin: arrestato il leader del cripto-schema Ponzi

Il leader della cryptovaluta OneCoin è stato arrestato per aver messo in piedi una truffa colossale ai danni di ben 3 milioni di investitori. Dalle indagini è emerso che OneCoin non sfruttava la tecnologia blockchain, ma era un truffaldino schema Ponzi che ha generato oltre 3 miliardi di euro in vendite fraudolente

Leggi tutto...

2

Truffa fattura elettronica: i cracker cambiano l'IBAN e dirottano i bonifici!

Molti istituti di credito stanno ricevendo numerose segnalazioni su quella che ormai è nota come "la truffa dell'IBAN": ignoti riescono ad accedere alle fatture elettroniche, modificandone poi le coordinate bancarie e dirottando i pagamenti sui propri conti correnti.

Leggi tutto...

5

Allarme truffa SMS: MyTIM, Regolarizzare la vostra situazione

Molti italiani stanno ricevendo in questi giorni un messaggio apparentemente proveniente da TIM contenente il seguente testo: MyTIM: Regolarizzare la vostra situazione per evitare la sospensione della vostra linea https://tim-fatturazione.com. In realtà, si tratta di una truffa che fa leva sul celebre marchio dell'operatore telefonico per raccogliere informazioni e rubare i dati della vostra carta di credito. La linea d'azione giusta è dunque non cliccare sul link e cancellare la comunicazione.

Leggi tutto...

0

Un attacco 51% a Bitcoin è possibile/fattibile? Cosa serve? Quanto costa?

Come già ampiamente argomentato, l'attacco 51% non è solo un pericolo teorico: alcuni attacchi 51% sono già stati sferrati con successo nei confronti di criptovalute minori. In questo articolo ho però voluto capire se sia possibile/fattibile portare un attacco 51% proprio a Bitcoin, cosa sarebbe necessario per sferrarlo con successo e quali sarebbero i costi.

Leggi tutto...

0

Criptovalute, attacco 51%: significato, spiegazione facile, conseguenze (video)

Lo stesso Satoshi Nakamoto, autore del whitepaper che presentò Bitcoin al mondo, metteva in guardia fin da subito circa una debolezza intrinseca nel sistema che stava proponendo: in caso un singolo soggetto fosse riuscito a controllare più potenza di calcolo di tutti gli altri miner messi insieme, avrebbe potuto spendere più volte gli stessi Bitcoin o compromettere/bloccare le transazioni. Questo scenario è successivamente stato ribattezzato Attacco 51%, proprio alla luce del fatto che l'aggressore avrebbe dovuto controllare oltre la metà (51%) della capacità di elaborazione totale. Vediamo allora che cosa è un attacco 51%, come lo si può effettuare e quali sarebbero le ricadute pratiche.

Leggi tutto...